Me

La sparatoria in un centro commerciale a Monaco di Baviera

La polizia sostiene che si è trattato di un attentato e che ci sia più di un assalitore. Almeno 6 vittime

Immagine di copertina

Anche le moschee di Monaco hanno deciso di aprire le porte per ospitare le persone che si trovano nella città e offrire loro un rifugio, aderendo così alla campagna lanciata sui social network #OffeneTuer, ossia #portaaperta.

Secondo il suo account ufficiale su Twitter, la polizia tedesca ha precisato che una delle persone coinvolte nella sparatoria si è suicidata. Sempre su Twitter, hanno reso noto che il bilancio delle vittime è salito ulteriormente. Sono otto le persone rimaste uccise nell’attacco al centro commerciale a Monaco di Baviera. 

La polizia di Monaco ha dichiarato che per il “momento non ci sono indicazioni che l’attacco sia di matrice islamica”. Lo ha reso noto il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung sul suo account Twitter. Intanto, il ministro degli Interni tedesco Thomas de Maizière ha interrotto il suo viaggio negli Stati Uniti. 

Diverse altre sono rimaste ferite nel corso di una sparatoria all’interno di un importante centro commerciale a Monaco di Baviera, nel sud della Germania.

Secondo quanto riferito dalle autorità, non è chiaro se l’assalitore sia uno o più d’uno. Le forze dell’ordine riferiscono che “gli aggressori sono ancora in fuga”.

In un comunicato ufficiale, la polizia di Monaco ha dichiarato una “grave situazione terroristica”.

Gli ospedali hanno messo in atto la procedura d’allarme per un attacco su larga scala. Tutti i medici sono stati richiamati in servizio.

La polizia ha riferito che “crediamo ci sia più di un assalitore”. Ci sono tre persone armate in fuga a cui la polizia sta dando la caccia.

Le prime notizie di colpi d’arma da fuoco sono iniziate a emergere alle 6 di pomeriggio. La sparatoria sembrerebbe essere iniziata in un ristorante McDonald nei pressi del centro commerciale, l’Olympia-Einkaufszentrum di Monaco, che si trova nel quartiere di Moosach, a nord della città.

Secondo la polizia, la sparatoria sarebbe iniziata di fronte a un McDonald. Un video qui seguito mostra la scena. Non è ancora chiaro se l’assalitore sia stato uno solo o più d’uno. Nessuno è stato arrestato finora.

Un portavoce della polizia ha riferito che “crediamo si tratti di un grave incidente. Ci aspettiamo diversi morti”.

Le autorità chiedono di evitare luoghi pubblici.

“Mi trovo a Monaco e nel momento della sparatoria mi trovavo in un bar del centro. I baristi ci hanno portato nelle cucine che sono interrate e hanno chiuso tutto. Ora ci sono le guardie speciali per Monaco ma neanche noi sappiamo esattamente cosa sia successo”, ha detto a The Post Internazionale (TPI) una testimone italiana attualmente a Monaco.

Gli abitanti di Monaco stanno offrendo rifugio alle persone che si trovano in strada per Monaco. Sui social network è stato lanciato l’hashtag #OffeneTür, #apriteleporte.

La stazione principale di Monaco è stata chiusa e il traffico della metropolitana è stato temporaneamente interrotto.

È stato chiesto ai taxi di Monaco di Baviera di non accettare corse nelle aree vicino a Karlsplatz, nel centro della città.

Diversi media hanno parlato di una seconda sparatoria nel centro di Monaco, ma NON ci sono conferme e ANZI sono diverse le smentite.

ATTENZIONE Altri stanno dicendo che questa foto qui sotto provenga dal centro commerciale di Monaco dove è avvenuta la sparatoria. In realtà è una foto che risale al 2013 ed è stata scattata in Sudafrica.

La polizia è intervenuta prontamente e l’area è stata messa in sicurezza. È stato chiesto al pubblico di evitare il centro commerciale. Si parla di almeno un assalitore, forse più d’uno. Elicotteri sono in volo sopra la scena dell’attacco.

Gli impiegati del centro commerciale non possono uscire dal posto di lavoro. Diverse persone presenti sul posto sono state viste fuggire. Anche i mezzi di pronto soccorso sono giunti sul luogo.

Non è ancora chiaro cosa sia successo o perché un così ingente numero di forze dell’ordine sia all’esterno del centro commerciale.

Le forze di sicurezza tedesche sono in allerta da quando, lunedì 18 luglio, un 17enne afghano armato con un’ascia ha ferito almeno 21 persone a bordo di un treno lungo la linea ferroviaria tra Wurzburg-Heidingsfeld, in Baviera, a sud della Germania. Quell’attacco era stato rivendicato dall’Isis.

La Farnesina ha attivato l’unità di crisi. Sono in corso verifiche con il Consolato generale. Lo si apprende da un tweet del ministero degli Esteri.

LIVE in aggiornamento: refresh per ottenere gli ultimi post 




Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus