Me
Le dimensioni reali dei paesi del mondo
Condividi su:

Le dimensioni reali dei paesi del mondo

Siamo abituati a confrontare la superficie dei paesi basandoci sui planisferi, che però distorcono la realtà geografica effettiva. Ecco le loro dimensioni effettive

22 Lug. 2016

La proiezione di Mercatore, basata sugli studi del
cartografo del XVI secolo Gerardo Mercatore, è una delle più comuni mappe del
pianeta usate nei planisferi che siamo abituati a vedere per conoscere la
disposizione e le dimensioni degli stati del mondo.

Se però ormai questa modalità di visualizzazione della Terra
su un’unica facciata rettangolare è stata convenzionalmente accettata ovunque,
quello che siamo abituati a vedere sulle mappe non sempre corrisponde alla
realtà.

Basta infatti effettuare un confronto tra le dimensioni
delle superfici dei diversi paesi per rendersi conto che, a seconda della
posizione che occupano sul planisfero, essi possano apparire più grandi o più
piccoli nonostante siano identici dal punto di vista dei chilometri quadrati
occupati.

Questo dipende da un “errore” di fondo della proiezione, che
fa sì che le aree del mondo più vicine all’equatore risultino più piccole di
quello che sono in realtà, mentre man mano che si avvicina ai poli, gli stati e
le aree geografiche tendono a “ingrandirsi” sulla mappa.

In questo modo la Groenlandia appare molto più grande di
quanto sia a livello di superficie effettiva, mentre le dimensioni degli stati
centrali dell’Africa appaiono invece ridotte.

In questa serie di mappe, realizzate dal sito thetruesize.com,
alcuni stati vengono messi a confronto diretto per dimostrare la loro grandezza
reale al di là delle convenzioni geografiche alle quali siamo abituati, e che
cambiano la nostra percezione mentale di determinate aree del mondo.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus