Me

Le purghe di Erdogan hanno colpito anche il mondo accademico turco

Il ministero dell'istruzione ha sospeso 15.200 persone mentre 1.577 tra decani e rettori saranno costretti a dimettersi

Immagine di copertina

L’emittente televisiva privata turca NTv ha diffuso la notizia che il ministero dell’Istruzione ha sospeso oltre 15mila persone in relazione al fallito colpo di stato della notte tra il 15 e il 16 luglio scorsi.

Il Consiglio per l’istruzione superiore ha inoltre chiesto le dimissioni di tutti i 1.577 decani e rettori universitari del paese, ha riportato la Tv di stato Trt.

Inoltre, il ministero ha revocato le licenze a 21mila insegnanti impiegati negli istituti privati.

Nei giorni seguenti al tentativo di golpe le purghe di Erdoğan hanno colpito migliaia di persone all’interno delle forze armate, delle forze dell’ordine, della magistratura, dell’intelligence, del ministero delle Finanze e persino dell’ufficio del primo ministro e del dipartimento per gli affari religiosi (il Diyanet).