Me
Cosa succede oggi nel mondo
Condividi su:

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per la giornata di oggi

19 Lug. 2016

Germania: quattro persone sono rimaste ferite molto gravemente in seguito all’attacco con un’ascia di un 17enne afgano che ha aggredito i passeggeri di un treno in Baviera. Altre 14 sono sotto shock. Secondo gli inquirenti una bandiera dello Stato islamico è stata ritrovata nella camera del ragazzo. 

– Cina: almeno 26 turisti sono rimasti uccisi nell’incendio di un autobus turistico nella città di Taoyuan, a Taiwan. 

– Stati Uniti: si è aperta ieri sera la convention dei repubblicani a Cleveland, dove ha parlato anche la moglie di Donald Trump, Melania, dicendo che il marito sarà in grado di unire il paese. 

– Italia: altri 4 italiani sono stati identificati tra le vittime dell’attacco di Nizza, dove sono morte 84 persone.

– Turchia: continuano le purghe di Erdogan, che ha già sospeso e arrestato migliaia di persone tra soldati, poliziotti e giudici, dopo il fallito colpo di stato. Le tensioni con gli Stati Uniti a causa dell’imam Gulen, accusato di essere la mente del golpe, aumentano. 

– Corea del Nord: Pyongyang ha lanciato tre missili balistici che hanno viaggiato per 500 chilometri prima di finire in mare, di fronte alla costa orientale del paese. 

– Yemen: almeno 10 persone sono rimaste ferite in un attacco suicida condotto da due attentatori nei pressi di un checkpoint vicino Mukalla. 

– Colombia: un’alta corte colombiana ha stabilito che sarà indetto un referendum sull’approvazione dell’accordo di pace stipulato tra il governo e i ribelli delle Farc, che mette fine a decine di anni di violenze.  

– Stati Uniti: prosegue la convention dei repubblicani a Cleveland, in Ohio, che andrà avanti fino al 21 luglio. 

– Regno Unito: la premier del Regno Unito, Theresa May, si riunirà per la prima volta oggi con il nuovo governo formato la scorsa settimana. 

– Ucraina: il presidente della commissione europea, Jean-Claude Juncker, incontrerà il nuovo primo ministro ucraino Volodymyr. 

– Stati Uniti: il segretario di Stato Usa, John Kerry, incontrerà il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson a Londra.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus