Me

Star pakistana uccisa dal fratello

L'omicidio di Qandeel Baloch, una celebrità dei social media strangolata all'interno dell'abitazione di famiglia, sarebbe un delitto d'onore

Immagine di copertina

La celebrità pakistana Qandeel Baloch è stata strangolata in quello che ha tutta l’aria di un delitto d’onore, ha reso noto la polizia nel dare notizia di un omicidio che lascia sotto shock l’intero paese dove la figura di Baloch era tanto famosa quanto controversa.

Le foto pubblicate sui social media da Baloch, 26 anni, erano considerate da molti troppo provocanti per la norma del Pakistan, un paese musulmano profondamente conservatore nel quale le donne sono spesso represse dalle proprie famiglie o dalla comunità.

La portavoce della polizia del Punjab Nabeela Ghazanfar ha riferito che Baloch, il cui vero nome era Fauzia Azeem, è stata uccisa nell’abitazione della sua famiglia nella città di Multan.

“Suo padre Azeem ha informato la polizia che suo figlio Waseem aveva strangolato Qandeel”, ha dichiarato Ghazanfar. “Sembra che si tratti di un delitto d’onore ma le indagini getteranno luce sui veri motivi dell’omicidio”.

Intanto, le forze dell’ordine stanno cercando di rintracciare Waseem che è scomparso.

I media locali riportano che Baloch aveva difficoltà a riconciliare la sua vita pubblica con i valori conservatori della sua famiglia e che ha ricevuto spesso delle minacce dal pubblico.

Ogni anno in Pakistan si registrano oltre 500 vittime di delitti d’onore, di solito perpetrati dalla famiglia della vittime, punite per aver gettato disonore sulla comunità.