Me

L’incontro tra Emma Watson e l’attrice che interpreterà Hermione a teatro

L'attrice ha assistito a una prova dello spettacolo che farà da seguito ai libri della saga, e subito dopo ha fatto visita agli attori dietro le quinte

Immagine di copertina

La notizia era stata annunciata a fine dicembre 2015, e il clamore tra i fan della saga di Harry Potter era stato notevole quando si era saputo che per l’allestimento teatrale londinese di Harry Potter and the Cursed Child, scritto dal drammaturgo inglese Jack Thorne insieme a J.K. Rowling, il ruolo di Hermione sarebbe stato interpretato da Noma Dumezweni, attrice inglese quarantacinquenne di origine africana.

La pièce teatrale, che debutterà il 30 luglio, vedrà rappresentate in scena le storie dei protagonisti della saga diciannove anni dopo gli eventi narrati nell’ultimo episodio Harry Potter e i doni della morte, dunque era prevedibile che venissero scelti attori più anziani di Daniel Radcliffe (Harry Potter), Emma Watson (Hermione Granger) e Rupert Grint (Ron Weasley) ,protagonisti degli adattamenti cinematografici.

Forse però condizionati dai film o semplicemente abituati a considerare tutti i protagonisti della saga come caucasici, alcuni avevano considerato la scelta di un’attrice nera uno stravolgimento troppo forte di un immaginario già ben radicato.

L’autrice J.K. Rowling aveva invece sostenuto la decisione con un tweet di pieno sostegno alla scelta di casting: “Il canone prevede: occhi marroni, capelli crespi e molto intelligente. La pelle bianca non è mai stata specificata. Rowling ama Hermione nera”.   

Giovedì 7 luglio un altro endorsement importante è venuto proprio da quella che nell’immaginario collettivo è per tutti Hermione: Emma Watson, l’attrice britannica ventiseienne che dal 2001 al 2011 le ha prestato le fattezze negli adattamenti per il cinema.

Watson ha infatti assistito a una rappresentazione di prova dello spettacolo, e subito dopo ha fatto visita agli attori dietro le quinte, dove ha incontrato l’attrice che interpreta il suo ruolo a circa vent’anni di distanza dalle ultime avventure.

In una serie di messaggi condivisi su Facebook e Twitter, entrambe hanno espresso grande entusiasmo nell’incontrarsi, e Watson ha scritto un lungo post di congratulazioni alla collega, definendo l’esperienza come un “incontrare me stessa nel futuro e venire a sapere che tutto andrà per il meglio”. Questo il messaggio completo:

“Ieri sono andata a vedere The Cursed Child. Sono andata senza avere idea di cosa aspettarmi, ed è stato INCREDIBILE. Alcune cose della pièce erano, credo, possibilmente ancora più belle che nei film. Avendola vista mi sono sentita più vicina a Hermione e alle storie di quanto abbia fatto da quando uscì I Doni della Morte, e per me è stato davvero un grande regalo.

Incontrare Noma e guardarla sul palcoscenico è stato come incontrare una versione più adulta di me e sentirmi dire che tutto andrà per il meglio, il che come potete immaginare è stato immensamente rassicurante (ed emozionante)!

Il cast e la troupe mi hanno accolta come fossi una di famiglia, e Noma si è dimostrata tutto quello che avevo sperato fosse. È meravigliosa. La musica è splendida… potrei andare avanti per un po’… Ecco alcune foto del mio incontro con Noma e la troupe”.

Questo invece un tweet di Noma Dumezweni per ringraziare la collega della visita: