Me

Quattro grafici sulle uccisioni degli afroamericani negli Usa da parte della polizia

Alton Sterling e Philando Castile, uccisi dalla polizia il 5 e il 6 luglio, sono solo gli ultimi di una lunga serie di vittime afroamericane morte per mano di poliziotti

Immagine di copertina

Alton Sterling e Philando Castile, uccisi dalla polizia il 5 e il 6 luglio 2016 rispettivamente in Louisiana e nel Minnesota, sono solo gli ultimi di una lunga serie di vittime afroamericane morte per mano di poliziotti. Anche questi due episodi, come già altri in precedenza, hanno scatenato le proteste delle comunità afroamericane nelle diverse città degli Stati Uniti.

L’ultima, quella di Dallas del 7 luglio, in cui alcuni cecchini presenti alla manifestazione, hanno colpito e ucciso 5 agenti di polizia. Durante il 2016, 566 persone sono state uccise dalle forze dell’ordine, contro le 1146 dell’intero 2015. Il primato della città con più omicidi del 2016 va a Los Angeles, e quello dello stato va alla California con 74 morti. 

Ecco alcuni grafici che spiegano il fenomeno: