Me
Una donna ha ripreso l’agonia del compagno cui un poliziotto aveva appena sparato
Condividi su:

Una donna ha ripreso l’agonia del compagno cui un poliziotto aveva appena sparato

La vittima, un uomo di colore, era stato fermato alla guida della sua auto per un controllo. L'agente gli ha sparato dopo aver saputo che aveva con sé una pistola

07 Lug. 2016

Un agente di polizia dell’area di Minneapolis-St. Paul ha sparato a un uomo di colore, dopo aver fermato la macchina sulla quale viaggiava, mercoledì 6 luglio 2016.

La compagna dell’uomo ha filmato dall’interno della vettura i momenti immediatamente successivi mandando in onda in diretta su Facebook le immagini in cui si vede l’uomo accasciato coperto di sangue mentre l’agente gli punta ancora contro la pistola.

La donna sostiene che il compagno stava prendendo la sua patente quando il poliziotto gli ha sparato.

Il Dipartimento di polizia di St. Anthony ha dichiarato che un uomo di colore non identificato è stato ferito durante un controllo a Falcon Heights, in Minnesota, alle 21 (ora locale). L’uomo è poi deceduto in ospedale.

Secondo quanto raccontato dalla compagna dell’uomo, la vettura su cui viaggiavano era stata fermata per via di un faro rotto.

“Stava tirando fuori dalla tasca la sua carta d’identità. Ha detto all’agente che possedeva un’arma da fuoco e che stava prendendo il suo portafogli, e lui gli ha sparato a un braccio”, ha raccontato la donna.

La polizia ha riferito di aver rinvenuto una pistola sulla scena e che stanno indagando sull’accaduto.

Secondo quanto riportato dal Minneapolis Star Tribune, la vittima è Philando Castile, 32 anni, impiegato nella mensa di una scuola.

(qui sotto il video pubblicato da Lavish Reynolds)

Leggi anche: Un afroamericano è stato ucciso da due agenti di polizia negli Stati Uniti

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus