Me
Un furgone si aggira per Londra invitando le start-up a trasferirsi a Berlino
Condividi su:

Un furgone si aggira per Londra invitando le start-up a trasferirsi a Berlino

Riprendendo uno storico slogan britannico, gli autori della campagna hanno scritto sul loro furgone “Care start-up, mantenete la calma e trasferitevi a Berlino”

06 Lug. 2016

In questi giorni gli abitanti di Londra hanno potuto notare un furgoncino pubblicitario dotato di un grande cartellone che sta attraversando le strade della città. Sui lati del furgone, un chiaro invito alle start-up della città a trasferirsi altrove, precisamente a Berlino.

In particolare, riprendendo uno storico slogan britannico (“Keep calm and carry on”), gli autori della campagna hanno scritto sul loro furgone “Dear start-ups, keep calm and move to Berlin”, ovvero “Care start-up, mantenete la calma e trasferitevi a Berlino”.

Come è possibile notare da una scritta aggiuntiva sul veicolo, l’invito nella capitale tedesca è stato realizzato dall’FDP, ovvero il Freie Demokratische Partei, un partito politico attualmente membro della maggioranza di governo guidata da Angela Merkel.

Già prima della propaganda attuata dal furgone, diverse start-up londinesi nel campo della tecnologia, tra cui DueDil e Conversocial, hanno dichiarato che stanno considerando l’opzione di aprire uffici all’estero a seguito del risultato del referendum sull’uscita dall’Unione Europea che ha visto la vittoria del leave.

Il giornalista di Bloomberg News Stephen Morris è stato tra i primi a twittare una foto del furgone, con la didascalia: “Gli avvoltoi stanno volando in cerchio”. Un altro utente di Twitter ha commentato scrivendo: “Dal paese che ha inventato la parola Schadenfreude”, un riferimento al termine tedesco per indicare la gioia provata per una disgrazia altrui.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus