Me
L’artista che trasforma le facciate vuote in coloratissime scene di vita
Condividi su:

L’artista che trasforma le facciate vuote in coloratissime scene di vita

L’artista di strada Patrick Commecy, a capo dello studio A-Fresco, ha dato nuovo lustro a intere città trasformando pareti grigie in iperrealistici trompe l’oeil

01 Lug. 2016

Può capitare che i graffiti sui muri deturpino alcuni dei
palazzi più belli di una città, ma per fortuna non tutti i writer sono uguali: in particolare, il gruppo francese A-fresco ha
conquistato la fama portando miglioramenti straordinari ai muri con i quali si
è misurato.

A capo dello studio c’è infatti l’artista di strada Patrick
Commecy, che nel tempo ha dato nuovo lustro a intere città, spesso lavorando
direttamente su commissione delle amministrazioni locali per trasformare pareti
grigie e tristi in coloratissimi trompe l’oeil
 che fanno sorgere un intero mondo da
uno spazio vuoto.

Queste scene iperrealistiche raffigurano solitamente scorci
di una Francia ormai scomparsa, magari ricreando facciate di palazzi come
sarebbero stati qualche decennio fa, oppure aggiungendo un tocco di glamour, come
nel caso dei lavori fatti a Cannes, capitale del cinema.

Nella gallery, alcune delle sue migliori opere a confronto
con gli stessi edifici prima della loro realizzazione.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus