Me
A Panama è stato inaugurato il nuovo Canale
Condividi su:

A Panama è stato inaugurato il nuovo Canale

La costruzione, guidata dall'impresa italiana Salini Impregilo, ha richiesto 50 milioni di metri cubi di scavi, 290.000 tonnellate di ferro e 100 milioni di ore di lavoro

27 Giu. 2016

Una nave da carico cinese di grandi dimensioni ha inaugurato il nuovo canale di Panama, che si estende per 77 chilometri e che permetterà il passaggio di navi più grandi. I lavori per la costruzione di questo passaggio erano incominciati nel 2007 e sarebbero dovuti terminare già nel 2014 ma, a causa di proteste e discussioni sui costi, l’apertura è slittata ad oggi.

L’appalto per la realizzazione del progetto è stato vinto nel 2009 da un consorzio internazionale, chiamato ‘Unidos por el Canal’, costituito per il 48 per cento dal gruppo italiano Salini-Impregilo, per il 48 per cento dalla spagnola Sacyr e per il restante 4 per cento dalla compagnia belga Juan de Nul.

Il nuovo passaggio è costato circa 5.2 miliardi di dollari e permetterà a una serie di navi porta container più grandi di passare da un oceano all’altro. La costruzione ha richiesto 50 milioni di metri cubi di scavi, 290.000 tonnellate di ferro, 4,8 milioni di metri cubi di calcestruzzo, oltre 100 milioni di ore di lavoro. 

L’originario canale di Panama aprì nell’agosto del 1914, dopo i lavori di costruzione di cui si erano fatti carico gli Stati Uniti. Le autorità locali ne hanno ottenuto il controllo solo nel 1999. Da allora, esso è un’importante fonte di profitti per il paese, che spera che i guadagni aumentino ora che questa nuova via è entrata in funzione.

Già oggi tra le 35 e le 40 imbarcazioni utilizzano il canale ogni giorno: secondo quanto riportato, nel 2015 hanno portato nelle casse statali la somma di 2.6 miliardi di dollari.

La nave da carico è stata accolta da un pubblico numeroso, radunatosi alle chiuse di Cocoli, sulla costa Pacifica, per festeggiare l’attraversamento con cori e fuochi d’artificio. Il presidente del Panama, Juan Carlos Varela, ha ringraziato i 30.000 lavoratori che hanno contribuito alla realizzazione dell’ambizioso progetto di espansione delle vie d’acqua esistenti. Ritiene che questo passaggio possa diventare una strada che unisca il mondo.

Il canale di Panama rischia però in futuro la competizione di un nuovo passaggio, ora in costruzione in Nicaragua fra le molteplici controversie. Questo sarà più lungo (circa 278 chilometri), largo, profondo e costoso (le spese stimate ammontano a 50 miliardi di dollari) della sua versione panamense. I cantieri hanno aperto nel 2014 e a capo c’è una compagnia cinese.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus