Me
Le immagini più belle del Festival di Glastonbury 2016
Condividi su:

Le immagini più belle del Festival di Glastonbury 2016

Anche quest'anno, nonostante la delusione della maggior parte dei presenti per l'esito del referendum, si è svolto il festival musicale più noto del Regno Unito

27 Giu. 2016

È stata certamente un’edizione particolare quella del 2016
per il Festival musicale di Glastonbury, che ha preso il via proprio venerdì 24
giugno, all’indomani del voto che ha stabilito la volontà del Regno Unito di
uscire dall’Unione Europea.

Le centinaia di migliaia di spettatori, per la maggior parte
ventenni, che si sono riuniti da venerdì a domenica presso un grande campo
della campagna del Somerset, in Inghilterra, probabilmente avevano in
maggioranza votato per il Remain, come hanno sostenuto anche alcuni
improvvisati sondaggi tra i presenti.

L’inizio del festival ha però coinciso con la scioccante
notizia della vittoria del “Leave”, e questo ha reso l’atmosfera sicuramente
meno allegra rispetto al passato, anche considerando un ingorgo senza
precedenti lungo la strada per il raduno e una quantità di fango che ha battuto
ogni record anche per una manifestazione nota proprio per le condizioni
disastrose del terreno.

Damon Albarn, ex cantante dei Blur, ha commentato il voto
dal palco, dichiarando: “Ho il cuore molto pesante oggi. La democrazia ci
ha deluso perché siamo stati male informati”. Anche il frontman Matty
Healy dei The 1975 si è espresso sulla questione, dicendo tra un pezzo e l’altro:
“C’è un sentimento di anti-compassione diffuso presso le generazioni più
anziane, e hanno votato per noi un futuro che non vogliamo”.

Al di là delle polemiche sulla Brexit, il Festival, che si è
concluso ieri domenica 26 giugno, è stato come sempre un ottimo modo per vedere
all’opera alcuni dei più grandi artisti del momento, nonché per apprezzare scene
eccentriche a ogni angolo dell’immenso sito che ha ospitato le performance.

Tra le foto della gallery, i momenti più estremi vissuti dal
pubblico, tra fango e pioggia, ma anche le immagini delle grandi star sul
palco, dai Muse ai Coldplay, da Adele agli ZZ Top, dai Madness a Beck.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus