Me

Le ricette preferite dai grandi protagonisti della storia dell’arte

Il libro "Let's Bake ART" di Mariapia Bruno raccoglie 79 ricette firmate dai più grandi nomi della storia della pittura, spesso artisti anche in ambito gastronomico

Immagine di copertina

A volte la cucina può avere molta affinità con l’arte, e
la giornalista Mariapia Bruno, autrice di Let’s
Bake ART
, sembra averne dato la prova definitiva col suo libro.

Il volume raccoglie infatti 79 ricette firmate dai più
grandi nomi della storia dell’arte, che può essere quindi consultato come
ricettario o come fonte di curiosità sui gusti dei propri artisti preferiti.

Sapevate per esempio che Frida Kahlo preparava delle ottime enchiladas ed era solita ricevere molti
ospiti a cena, tra cui la prima moglie del marito Diego Rivera, la quale le insegnò
a cucinare? E che Monet coltivava l’orto dietro il suo bel giardino fiorito di
Giverny, per poi sbattere uova, farina e burro ed infornare deliziosi
pasticcini?

Tutto questo viene raccontato nel volume, che si presenta
come un manuale da tenere in cucina e in salotto che consente al grande
pubblico di accostarsi all’arte in modo allegro e divertente e di scoprire le
abitudini culinarie di quelli che ci immaginiamo soltanto come dei geni della
pittura.

Il libro è infatti un’avventura per sperimentare e degustare
le ricette firmate dagli artisti, ma anche un modo per capire come si è evoluta
negli ultimi cinque secoli l’arte della cucina: dai maestri olandesi del
seicento che spesso ritraevano cibi, bevande e portate di ogni tipo, fino ai
piatti futuristi e alle stravaganti proposte novecentesche di Filippo Tommaso
Marinetti, che boccia la tradizionale pasta asciutta e promuove il vivace riso.

L’autrice, che da anni scrive d’arte e d’artisti, ha
lavorato circa un anno a questo progetto, ma non si è limitata a raccogliere le
ricette, le ha anche cucinate e fotografate in prima persona. Accanto a
Lichtenstein, Marinetti, Dalì ed altri artisti storicizzati, si possono trovare
anche le ricette di talenti contemporanei che con le loro testimonianze
raccontano uno spaccato della cucina d’oggi.

Ne sono un esempio Paolo Maggis, amante del bio e del
chilometro zero; Giovanni Scifo, che usa i prodotti di Libera Terra per
testimoniare l’importanza della lotta alla mafia; Simonetta Starrabba, che con
i suoi bottoni crea spille che sembrano piattini da pasticciera; e Luisa
Menazzi Moretti, impegnata tanto nella cucina Kosher quanto, e forse anche di
più, a valorizzare le materie prime nei suoi meravigliosi scatti.

È presente anche il big Steve McCurry: il fotoreporter,
troppo impegnato in viaggi ai confini del mondo, non ha molto tempo per
cucinare, ma divertito dall’idea ha contribuito col suo menù ideale, che è un
trionfo di specialità italiane, dalla caprese alle penne all’arrabbiata, dal
rombo con olive al tiramisù.

Let’s Bake ART,
ovvero “cuciniamo l’arte”, è disponibile sul blog dell’autrice,
anche in edizione inglese e in versione Kindle.