Me

Beppe Sala è il nuovo sindaco di Milano

L’ex commissario dell’Expo e candidato del centrosinistra ha sconfitto con uno scarto di tre punti percentuali il candidato del centrodestra Stefano Parisi

Immagine di copertina

Il candidato del centrosinistra Beppe Sala è il nuovo sindaco di Milano. Ha avuto la meglio sul suo avversario, il candidato di centrodestra Stefano Parisi, ottenendo il 51,66 per cento dei voti contro il 48,34 per cento del secondo.

“Ce l’abbiamo fatta”, ha scritto Beppe Sala sulla sua pagina Facebook postando la foto che lo ritrae con la scritta “Beppe Sala sindaco di Milano”.

“C’è molta gioia e ancora di più senso di responsabilità. Sto pensando a tutte le cose dette in campagna elettorale per far sì che ogni promessa diventi realtà”, ha detto davanti ai giornalisti nel suo quartier generale esprimendo la sua soddisfazione.

“Siamo riusciti a portare a casa un risultato che non era scontato ma abbiamo fatto molto bene negli ultimi 15 giorni, grazie a tutti quelli che ci hanno creduto”, ha ammesso Sala, assicurando tutto il suo impegno per realizzare il programma reso noto in campagna elettorale.

“Dimostriamo che si può, che possiamo portare avanti ogni promessa, e che le periferie, da domani mattina, saranno la nostra ossessione. Lavoreremo con vero spirito ambrosiano e saremo lì a prendere anche le critiche”, ha concluso.

Stefano Parisi ha ammesso la sconfitta: “Abbiamo perso. Ho telefonato a Beppe Sala per complimentarmi con lui e gli ho detto di fare bene il sindaco”. Lo ha detto Stefano Parisi, candidato sindaco a Milano per il centrodestra, ammettendo la sconfitta al ballottaggio.

Parisi ha rassicurato i suoi dicendo che da qui “partirà un progetto nuovo. Abbiamo tanto lavoro politico da fare a Milano”. Parisi, infine, ha assicurato che “non faremo ostruzionismo, bensì un’opposizione costruttiva per il futuro di Milano”, ma Sala dovrà tenere conto delle opinioni della metà dei milanesi che non lo ha votato.

I due manager al primo turno erano divisi da una manciata di voti, circa 5mila. Beppe Sala è riuscito a convincere una parte del dieci per cento degli elettori che due settimane prima avevano votato i Cinque Stelle.

L’affluenza degli elettori di Milano alle urne per il ballottaggio per l’elezione del sindaco è stata del 51,57 per cento rispetto al 55,22 per cento del primo turno.

Beppe Sala è nato a Milano nel 1958 e in seguito alla laurea all’Università Bocconi dà inizio alla sua carriera come dirigente d’azienda privato e poi pubblico. Lavora in Pirelli per 19 anni, prima di passare al settore delle telecomunicazioni con Telecom Italia.

Nel 2009 assume l’incarico di direttore generale del Comune di Milano sotto il sindaco Letizia Moratti. A partire dal 2010 si dedica alla organizzazione di Expo 2015, in quanto amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A. e dal 2013 commissario unico incaricato dal governo.  

Chi è Beppe Sala e cosa vuole fare a Milano punto per punto