Me

Ballottaggio a Roma, risultati in diretta

La diretta sui risultati del ballottaggio a Roma per eleggere il nuovo sindaco. Sfida tra Virginia Raggi del M5S e Roberto Giachetti del PD

Immagine di copertina

I romani sono chiamati alle urne per scegliere il loro nuovo sindaco tra i due candidati più votati del primo turno: Virginia Raggi del Movimento Cinque Stelle e Roberto Giachetti del Partito Democratico. La prima arriva forte del 35 per cento dei consensi, mentre il secondo si è fermato poco sotto il 25 per cento.

Sono invece rimasti esclusi Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, Alfio Marchini, sostenuto dalla sua lista civica e da Forza Italia, e Stefano Fassina di Sinistra Italiana. Nessuno dei tre ha dato un’indicazione di voto per il ballottaggio.

DIRETTA RISULTATI BALLOTTAGGIO 

Il Movimento Cinque Stelle ha vinto 12 dei 14 municipi di Roma al voto (il X non votava in quanto commissariato). Il PD riesce a vincere solamente in I e II, rispettivamente il centro storico e la zona dei Parioli e di San Lorenzo.

Parla Virgina Raggi, primo sindaco donna di Roma: “Oggi hanno vinto i romani. Voglio ringraziare tutti i romani che mi hanno affidato questo compito, ma anche i candidati che in questi mesi hanno lavorato tanto, gli eletti che lavoreranno con me. Questo è un momento storico, una svolta: per la prima volta Roma ha un sindaco donna. Dobbiamo questo momento a Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Sarò il sindaco di tutti. Lavoreremo per riportare la legalità all’interno delle istituzioni. Voglio mettere un punto su tutti i toni aspri che hanno contraddistinto la campagna elettorale, si riparte, da domani mi auguro che tutte le forze politiche abbiano il buonsenso di aprire un dialogo onesto e di rimettere al centro delle scelte politiche l’interesse dei romani. Io sono pronta a governare, grazie”.

Beppe Grillo ha raggiunto Roma e si è affacciato alla finestra dell’Hotel Forum, nel Rione Monti, mostrando una stampella per abiti, chiamata anche “appendino”, come simbolo della vittoria di Chiara Appendino a Torino e anche di Virginia Raggi a Roma.

Stando ai primi dati, Virginia Raggi si starebbe imponendo in quasi tutti e quindici i municipi di Roma. Giachetti è alle spalle di pochi voti in I e II municipio (i due più centrali), la Raggi sfiora l’80 per cento dei voti nel VI, la periferia est della capitale.

Roberto Giachetti ha riconosciuto la sua sconfitta. “Ho chiamato Virginia Raggi e le ho fatto i complimenti. Il risultato, comunque si evolva, è un risultato chiaro. Era una campagna difficile, lo sapevamo fin dall’inizio”.

Dopo le prime 350 sezioni scrutinate su 2.600, Virginia Raggi conduce con oltre il 67% dei voti contro il 32 di Giachetti.

Secondo Exit Poll EMG:

Virginia Raggi 62,5 – 66,5

Roberto Giachetti 33,5 – 37,5

– Dopo circa 2mila sezioni sulle 2.600 del comune di Roma, nella capitale l’affluenza si sta attestando intorno al 50%, di 7 punti sotto al dato del primo turno.

– Primo Exit Poll EMG

Virginia Raggi 62-66%

Roberto Giachetti 34-38%

LA SFIDA A ROMA Chi sono i candidati sindaco – PROFILO  

– Virginia Raggi – Chi è e cosa vuole fare a Roma punto per punto 

Virginia Raggi è la candidata a sindaco di Roma per il Movimento Cinque Stelle, con cui nel primo turno delle elezioni comunali, svoltesi il 5 giugno, ha raggiunto il 35,25 per cento dei voti che le hanno permesso di arrivare prima e qualificarsi per il ballottaggio in cui sfiderà il candidato del Partito Democratico Roberto Giachetti.

Campagna regione lazio

Virginia Raggi è nata a Roma nel 1978, dopo essersi laureata in giurisprudenza è diventata avvocato nel 2006 e cultore della materia presso l’Università del Foro Italico l’anno successivo. Dopo aver aderito al Movimento Cinque Stelle, nel 2013 è stata eletta consigliere comunale e nel 2016, in una consultazione online interna al movimento, è stata scelta come candidato sindaco di Roma. Ecco quali sono le sue idee su alcuni dei principali punti programmatici relativi al governo di Roma 

– Roberto Giachetti – Chi è e cosa vuole fare a Roma punto per punto 

— Stefano Mentana ha passato una giornata insieme a Roberti Giachetti. Ecco il videoreportage 

Roberto Giachetti è il candidato sindaco di una coalizione formata da Partito Democratico, Lista Civica Giachetti, Più Roma Democratici e Popolari, Radicali, Una Rosa per Roma, Verdi e Italia dei Valori, che al primo turno è arrivato in seconda posizione con il 24,87 per cento dei voti, che gli ha permesso di arrivare al ballottaggio.

Giachetti è nato a Roma nel 1961 e attualmente ricopre la carica di vicepresidente della Camera dei deputati, dove è stato eletto per il Partito Democratico. La sua esperienza politica è iniziata presso il Partito Radicale, dal quale è poi passato ai Verdi, per poi aderire alla Margherita e quindi al Partito Democratico.

Dopo essere stato capo di gabinetto del comune di Roma durante l’amministrazione Rutelli (1993 – 2001), nel 2001 è stato eletto in parlamento. Nel 2016 il centrosinistra lo ha designato attraverso le primarie candidato sindaco di Roma, dopo aver sconfitto l’ex assessore all’Urbanistica Roberto Morassut, il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, Stefano Pedica, Chiara Ferraro e Gianfranco Mascia. Ecco quali sono le sue idee su alcuni dei principali punti programmatici relativi al governo di Roma