Me
Ballottaggio a Napoli, risultati in diretta
Condividi su:

Ballottaggio a Napoli, risultati in diretta

La diretta sui risultati del ballottaggio a Napoli per eleggere il nuovo sindaco. Sfida tra Luigi De Magistris e Gianni Lettieri del centrodestra

19 Giu. 2016

A Napoli il ballottaggio sarà tra il sindaco uscente Luigi de Magistris, sostenuto da dodici liste tra cui Sinistra Italiana, i Verdi e l’Italia dei Valori, e Gianni Lettieri del centrodestra. Si tratta esattamente degli stessi candidati che si sfidarono nel ballottaggio del 2011.

Al primo turno De Magistris ha superato il 40 per cento dei consensi, mentre Lettieri si è fermato al 24. Non sono invece riusciti ad accedere al ballottaggio la candidata del Partito Democratico Valeria Valente e quello del Movimento Cinque Stelle Matteo Brambilla.

DIRETTA RISULTATI BALLOTTAGGIO 

Il sindaco uscente de Magistris in base agli exit poll e alle sezioni scrutinate è in netto vantaggio su Lettieri e di fatto è stato confermato dagli elettori alla guida della città.

Affluenza

L’affluenza a Napoli nel secondo turno delle elezioni comunali è scesa dal 57,22% del primo turno al 37,89% del ballottaggio.

Exit Poll

Il sindaco uscente Luigi de Magistris a Napoli resta in vantaggio incolmabile, il 65,6%% nella terza proiezione dell’Istituto Piepoli per la Rai (copertura del 45%). Il candidato del centrodestra, Gianni Lettieri recupera lievemente ma resta molto indietro al 34,4%.

Dati Viminale

Secondo i dati del Viminale nelle 795 sezioni su 886 scrutinate de Magistirs è in vantaggio con il 66,8% contro il 33,2% di Lettieri.

Un netto vantaggio che di fatto conferma il sindaco uscente alla guida della città.

LA SFIDA A NAPOLI

– Luigi de Magistris – Chi è e cosa vuole fare a Napoli punto per punto 

Luigi De Magistris è il sindaco di Napoli, nonché candidato per un secondo mandato grazie al sostegno di 12 liste, tra cui la lista civica de Magistris Sindaco, Dema – Democrazia Autonoma, Napoli in Comune a Sinistra e i Verdi. Con questa coalizione, De Magistris ha ottenuto al primo turno il 42,82 per cento dei consensi, qualificandosi per il ballottaggio.

De Magistris è nato a Napoli nel 1967 e nel 1993 ha iniziato la carriera di magistrato. In questa veste è diventato nel 2002 procuratore della Repubblica a Catanzaro, posizione dalla quale ha condotto Poseidone, Why Not e Toghe Lucane, le inchieste per cui è più noto. Proprio in seguito ad alcune anomalie nell’ultima, il ministero della Giustizia trasferì de Magistris dalla procura di Catanzaro.

Nel 2009 diviene europarlamentare con l’Italia dei Valori, che nel 2011 lo candida a sindaco di Napoli con il sostegno dei partiti a sinistra del Partito Democratico. A sorpresa, riesce a qualificarsi per il ballottaggio e a vincere, divenendo sindaco di Napoli. Ora corre per un secondo mandato. Ecco qual è il suo programma, punto per punto. 

– Gianni Lettieri – Chi è e cosa vuole fare a Napoli punto per punto 

Gianni Lettieri è il candidato del centrodestra a Napoli, sostenuto da una coalizione di dieci liste tra cui figurano Forza Italia e Rivoluzione Cristiana e che al primo turno delle amministrative nel capoluogo campano ha ottenuto il 24,04 per cento dei consensi, dato che gli ha permesso di classificarsi come secondo e avere accesso al ballottaggio contro il sindaco uscente Luigi de Magistris.

Gianni Lettieri è nato a Napoli nel 1957, dopo un’infanzia trascorsa da scugnizzo nelquartiere napoletano della Duchesca, iniziò ad aiutare il padre al negozio di famiglia. Piano piano, Lettieri fece crescere la propria attività fino a costituire un’impresa tessile attiva a livello globale.

Nel 2011 Berlusconi lo scelse come candidato del centrodestra a sindaco di Napoli, ma venne sconfitto da Luigi de Magistris. Oggi a cinque anni di distanza quel ballottaggio si ripete. Ecco cosa vuole fare Lettieri per Napoli, punto per punto 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus