Me

Il Burning Man arriva per la prima volta in Europa

Ogni anno migliaia di persone da tutto il mondo si radunano nel deserto del Nevada dando vita a una comunità autonoma basata sulla creatività e la fiducia in se stessi

Immagine di copertina

Il Burning Man, il celebre festival che si svolge ogni anno dal 1991 nel deserto di Black Rock, nello stato americano del Nevada, sbarca in Europa.

La spettacolare distesa di tende e sculture in legno incendiate al tramonto arriverà a Veluwe in Olanda del 29 al 31 luglio, in una splendida cornice di campi, foreste e canali, tipica del paesaggio dei Paesi Bassi. Infatti, gli organizzatori vogliono in futuro rendere il Burning Man un festival itinerante, con eventi un tutto il mondo.

Per partecipare all’evento e avere informazioni è possibile consultare la pagina Facebook.

Anche il Olanda sarà rispettata la ‘filosofia’ del festival, dove non si esibiscono grandi nomi della musica o dove sono esposte famose opere d’arte, ma è un evento in cui ogni persona che vi partecipa può, in piena libertà, organizzare l’esibizione o la performance che vuole.

Il festival originale negli Stati Uniti si svolge per otto giorni tra la fine di agosto e l’inizio di settembre e, per l’occasione, nel deserto, viene costruita una città poi smontata alla fine dell’evento: Black Rock City.

Tra le regole da rispettare per chi vuole partecipare, non si può né vendere né comprare niente, con le sole eccezioni per il ghiaccio e il caffè. Tutto quello di cui si può avere bisogno in una settimana di campeggio nel deserto è obbligatorio portarselo da casa. Ma soprattutto ogni burner è responsabile di tutti i rifiuti che crea e li deve portare via con sé quando riparte, senza lasciare traccia della sua presenza al festival.

LEGGI ANCHE: INTERVISTA ALLA FONDATRICE DEL BURNING MAN