Me

L’assassino di Jo Cox alla corte: morte ai traditori, Regno Unito libero

Thomas Mair, accusato dell'omicidio della deputata laburista, è apparso davanti alla corte di Westminster questa mattina

Immagine di copertina

Quando la corte di Londra gli ha domandato come si chiamasse, l’assassino della deputata britannica Jo Cox ha risposto: “Il mio nome è morte ai traditori, libertà per il Regno Unito”.

Thomas Mair è apparso di fronte alla corte di Westminster con l’accusa di aver ucciso la deputata laburista giovedì 16 giugno, un attacco che ha scioccato l’intero paese e sospeso temporaneamente la campagna in vista del referendum della prossima settimana sulla permanenza nell’Unione Europea.

Mair è accusato oltre che di omicidio anche di lesioni personali gravi e di possesso di un’arma da fuoco e di un’altra arma offensiva.

Leggi anche: L’assassino di Jo Cox era un sostenitore dei neonazisti