Me
Pornhub lancia il porno per non vedenti
Condividi su:

Pornhub lancia il porno per non vedenti

Il noto sito pornografico ha deciso di rendere i propri contenuti ancora più accessibili, offrendo ai suoi utenti descrizioni audio di ciò che avviene in scena

16 Giu. 2016

Mercoledì 15 giugno il sito pornografico Pornhub, tra i più
frequentati al mondo, ha deciso di rendere i propri video accessibili a un
pubblico ancora più ampio, offrendo ai suoi utenti dei contenuti realizzati
specificamente per le persone non vedenti.

La nuova categoria di video si chiama “Described Videos”
(“video descritti”) e oltre ai normali dialoghi (quando ce ne sono) e ai suoni
tipici di questi filmati, include anche una voce esterna che descrive, come in
una telecronaca, ciò che avviene nella scena.

“L’audio originale rimane intatto, ma farà solo da
sottofondo alle parole di chi descrive la scena”, ha dichiarato il sito in
una nota di presentazione del nuovo servizio.

Sono più di 285 milioni le persone cieche o ipovedenti nel
mondo, e secondo il sito, questo è un primo passo per offrire loro un genere di
intrattenimento che possa quantomeno avvicinarsi all’esperienza di un utente
vedente.

Al momento la categoria è stata applicata a 50 video, scelti
tra i più visti su Pornhub, con doppiatori professionisti impegnati a narrare
le gesta che si svolgono sullo schermo.

Pornhub prevede di implementare la presenza di tali video in
futuro e incoraggia i suoi utenti a caricare video simili “avendo gli utenti
diversamente abili in mente”, secondo quanto detto da Corey Price, vice
presidente della compagnia.

Qui un video diffuso da Pornhub per dare un’idea (senza nudi
o scene di sesso esplicito) di come funziona il nuovo servizio:

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus