Me

In 700mila a Roma per celebrare l’orgoglio gay

"Chi non si accontenta lotta", era lo slogan del Roma Pride 2016, la coloratissima manifestazione dell'orgoglio gay che ieri, 11 giugno, ha sfilato per le strade di Roma

Immagine di copertina

“Chi non si accontenta lotta”, era lo slogan del Roma Pride 2016, la coloratissima manifestazione dell’orgoglio gay che ieri, 11 giugno, ha sfilato per le strade di Roma.

Un gay pride che quest’anno ha un significato tutto particolare: è il primo dopo l’approvazione della legge sulle unioni civili, passata alla camera lo scorso 11 maggio, dopo un iter di tre anni.

“Sindaco sposaci”, diceva un lungo striscione su uno dei carri presenti, mentre gli organizzatori hanno chiesto al premier Renzi di dare un forte messaggio, simbolico e non, sposando una coppia omosessuale.  

Tra i 600mila e i 700mila partecipanti che hanno ballato, cantato e urlato slogan e cori per chiedere il riconoscimento dei diritti degli omosessuali e per dire no a ogni tipo di discriminazione e omofobia. 

“Una giornata di festa, una giornata meravigliosa. in cui finalmente si festeggia la libertà, la pari dignità e la laicità di questo paese”, ha detto Monica Cirinnà, promotrice della legge e da anni in prima linea nelle battaglie per i diritti Lgbt.

Ecco il video realizzato da Laura Melissari per TPI

(La fotogallery della manifestazione a questo link)