Me

L’esercito iracheno prepara l’offensiva per riconquistare Mosul

L’Isis nelle ultime settimane sta perdendo terreno in Iraq

Immagine di copertina

Le forze armate irachene hanno lanciato domenica 12 giugno un’offensiva contro i territori controllati dal sedicente Stato islamico a sud di Mosul.

Carri armati e veicoli corazzati dell’esercito iracheno, con il supporto aereo della coalizione a guida americana e dell’artiglieria pesante, sono arrivati a 60 chilometri a sud di Mosul, una delle roccaforti dell’Isis in Iraq.

Nelle prossime settimane dovrebbe iniziare l’offensiva militare per riprendere il controllo della città nell’Iraq settentrionale, da due anni controllata dai miliziani dell’Isis.

Le truppe irachene stanno avanzando anche nell’altro fronte aperto a Falluja, a ovest di Baghdad. I militari hanno comunicato di avere messo in sicurezza una via di fuga per i civili rimasti intrappolati nella città dopo l’inizio dell’assedio.

Lo Stato islamico nelle ultime settimane ha perso importanti posizioni in Iraq e sta cercando di contrastare l’offensiva dell’esercito con un’ondata di attentati che ha insanguinato la capitale Baghdad, provocando oltre 150 morti in una settimana.

—LEGGI ANCHE: L’Isis è in fase di declino. Una mappa mostra come il sedicente Stato islamico abbia perso in parte il controllo