Me

Il 24 giugno torna a Spoleto il Festival dei Due Mondi

Fino al 10 luglio si svolgerà la 59esima edizione della kermesse, con oltre 50 titoli in cartellone, tra opera, musica, danza, teatro e mostre d´arte

Immagine di copertina

Il Festival dei Due Mondi di Spoleto arriva quest’anno alla
sua 59esima edizione, e si svolge dal 24 giugno al 10 luglio: 17 giorni di
grande spettacolo, con oltre 50 titoli e più di 150 aperture di sipario tra
opera, musica, danza, teatro, mostre d’arte e numerosi eventi speciali.

Storico luogo di incontro tra culture diverse, il Festival offre
una vetrina d’eccellenza ai grandi artisti e a quelli emergenti, ed è promotore
di nuove creazioni.

Sotto la guida di Giorgio Ferrara, al suo nono anno di
direzione artistica, il Festival di Spoleto è cresciuto fortemente, dalle 5mila
presenze del 2007 alle 70mila del 2015, contribuendo a far restare la
manifestazione un evento di risonanza mondiale e appuntamento da non
perdere. 

Queste le parole che il direttore artistico ha dedicato
quest’anno alla manifestazione: “Nel moltiplicarsi dei mondi e delle nuove
genti, risuona dalle antiche profondità di un tempo pur sempre giovane, il
richiamo del Bello, dell’Intelligenza e dell’Arte. Che è anche comandamento a
non vacillare nella loro difesa”.

Attraverso la Rai, sarà disponibile una specifica
programmazione dedicata al Festival su RaiNews24, Rai Cultura, RaiRadio 3,
oltre che sul portale www.rainews.it., con collegamenti quotidiani in diretta,
interviste e servizi.

Tra gli appuntamenti più attesi, Thyssen.Opera Sonora,
un reportage giornalistico che si fa opera teatrale, tra testimonianze dei sopravvissuti,
voci della fabbrica e della città che le sta attorno. Ezio Mauro porterà sul
palco l’incidente della Thyssen di Torino, e la cronaca diventerà racconto
sonoro, il 25 giugno al Teatro Nuovo.

Per chi invece ama la musica e le contaminazioni inattese,
imperdibile è Light From the Outside World, l’8 luglio, il leggendario artista techno di Detroit Jeff Mills
presenta il suo ultimo progetto che unisce la techno music e la musica
sinfonica, grazie all’apporto dell’Orchestra Roma Sinfonietta.

Sul sito del Festival tutti i dettagli sugli altri appuntamenti previsti.

Qui lo spot realizzato per questa 59esima edizione: