Me
La marina francese ha individuato la scatola nera del volo EgyptAir
Condividi su:

La marina francese ha individuato la scatola nera del volo EgyptAir

A captare il segnale è stata la nave da ricognizione Laplace A793, che stava scandagliando l’area del Mediterraneo dove sono stati trovati altri resti del velivolo

01 Giu. 2016

Mercoledì 1 giugno il Bea, agenzia francese per le indagini sugli
incidenti aerei, ha comunicato attraverso il suo direttore Rémi Jouty  che è stato rilevato un segnale proveniente da
una delle due scatole nere del volo EgyptAir MS804.

Il volo era partito mercoledì 18 maggio
alle ore 23:09 dall’aeroporto internazionale Charles de Gaulle di Parigi diretto
al Cairo, ma non era mai arrivato a destinazione perché misteriosamente
precipitato in mare al largo delle coste egiziane.

A captare il segnale è stata la nave da ricognizione Laplace A793,
appartenente alla marina francese, che stava scandagliando l’area del Mediterraneo
dove sono stati trovati altri resti del velivolo.

Sempre nella giornata di mercoledì il ministero dell’Aviazione egiziana
ha dichiarato che i segnali captati dalla Laplace sembravano provenire da
registratori di volo.

La nave francese verrà affiancata a breve da una seconda nave, la
John Lethbridge, che ha a bordo un robot in grado di immergersi fino a 3mila
metri per recuperare le scatole nere.

Gli apparecchi in questione hanno una batteria in grado di emettere
segnali per un massimo di cinque settimane.

LEGGI ANCHE: GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA SUL VOLO EGYPTAIR. Tutte le notizie sugli sviluppi della situazione in Egitto dopo la scomparsa del volo MS804 partito da Parigi e diretto al Cairo

ESERCITO EGIZIANO: RITROVATO IL VOLO EGYPTAIR. EgyptAir ha confermato che detriti e oggetti personali sono stati trovati al largo della costa di Alessandria, precisamente a 290 chilometri a nord della città egiziana

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus