Me
La storica visita di Obama a Hiroshima
Condividi su:

La storica visita di Obama a Hiroshima

Il presidente statunitense, al termine del summit del G7 a Ise-Shima, si è recato al memoriale delle vittime della bomba atomica sganciata dagli Usa nell'agosto 1945

27 Mag. 2016

Barack Obama, il primo presidente americano in carica a visitare Hiroshima, si è recato oggi, al termine del summit del G7 a Ise-Shima, al memoriale delle vittime della prima bomba atomica sganciata dagli Usa il 6 agosto 1945.

Obama ha deposto una corona di fiori nel Parco della pace come gesto simbolico che sancisce l’alleanza tra Tokyo e Washington. Il presidente degli Stati Uniti ha ribadito in questa storica occasione l’impegno all’abolizione delle armi nucleari.

“Forse in una vita non saremo in grado di eliminare tutti gli armamenti nucleari e non bloccheremo tutte le catastrofi nel mondo, ma dobbiamo fare di tutto per distruggere gli armamenti o per bloccare gli acquisti da parte di fanatici di queste armi”, ha detto.

“Settantuno anni fa la morte è arrivata dal cielo e il mondo è cambiato. La guerra nucleare ha raggiunto qui il suo picco peggiore”, ha proseguito il presidente Usa. 

La bomba atomica sganciata su Hiroshima il 6 agosto 1945 aveva provocato migliaia di vittime. Successivamente un secondo ordigno nucleare era stato lanciato su Nagasaki, il 9 agosto.

Il Giappone si arrese tre giorni dopo, ponendo così fine definitivamente alla Seconda guerra mondiale. 

Obama aveva già annunciato in precedenza che non avrebbe fatto le scuse ufficiali al Giappone. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus