Me

12 metodi scientifici per combattere quotidianamente lo stress

Lo stress cronico è stato collegato a moltissimi problemi di salute, dai disturbi di stomaco fino alla depressione. Ecco quindi 12 metodi scientifici per evitarli

Immagine di copertina

Sono tanti i “metodi anti-stress” che è possibile trovare in
rete o in libreria che invitano a non sovraccaricarsi di impegni o promettono
di trovare il modo per smettere di preoccuparsi di qualsiasi cosa, ma spesso ci
si dimentica che gli effetti dello stress sulla mente e sul corpo possono
essere molto reali.

Lo stress cronico è stato infatti collegato a  moltissimi problemi di salute, dai disturbi
di stomaco più lievi fino alla dipendenza da stupefacenti, alla depressione e alle
malattie cardiovascolari.

Per ogni domanda stressante, grande o piccola, il cervello avvia
una complessa reazione a catena, che parte con una sorta di segnale di soccorso
che dice al corpo di produrre ormoni come l’adrenalina e il cortisolo, che
accelerano la frequenza cardiaca e affinano i sensi.

Si tratta di una risposta fisica
fatta per aiutarci ad avere a che fare con una minaccia, ma se dopo il pericolo
non si torna a una situazione di calma e relax, essere continuamente in allerta
può avere delle conseguenze dannose per il corpo.

Ecco perché il sito Refinery29 ha raccolto alcuni consigli per piccoli gesti quotidiani supportati dalla
scienza per riuscire a gestire al meglio lo stress e non diventarne succubi:

1) Imparare il rilassamento muscolare progressivo

Si tratta di una tecnica per imparare a contrarre e rilassare
lentamente diversi muscoli, una zona del corpo alla volta, che studi
scientifici hanno dimostrato essere utile ad alleviare lo stress.

 2) Bere tè

In uno studio del 2009 del Journal of Clinical Nutrition, i
ricercatori hanno esaminato i dati provenienti da più di 42mila adulti
giapponesi e hanno scoperto che coloro che erano grandi bevitori di tè verde
(cinque tazze al giorno) avevano meno probabilità di mostrare segni di disagio
psicologico rispetto a quelli che non ne bevevano.

Anche un altro studio ha evidenziato che, dopo un certo
periodo in cui al caffè era stato sostituito il tè, i partecipanti all’esperimento
avevano livelli di cortisolo più bassi e si sentivano meno stressati.

3) Stare a contatto con la natura, e in particolare con l’acqua

Uno studio della rivista Health
& Place
ha scoperto un legame tra il vivere vicino a un corso di acqua,
oppure a un lago, o al mare, e un minore disagio psicologico. Il cervello può infatti
elaborare in modo efficiente fondali naturali, riducendo gli stimoli sensoriali
e favorendo così il rilassamento mentale.

4) Avere una pianta sulla scrivania

Se trascorrere del tempo all’aperto è positivo per la salute
mentale, ma è utile anche portare un po’ di natura nei propri ambienti quotidiani.
In uno studio, alcuni ricercatori hanno scoperto che l’aggiunta di piante in
vaso all’interno di un laboratorio informatico universitario rendeva le persone
meno stressate e più attente. La stessa cosa è successa in un ospedale.

5) Andare a sentire un concerto

La musica dal vivo può essere un ottimo antistress, come
hanno dimostrato alcuni ricercatori scoprendo significative riduzioni di ormoni
dello stress su persone che avevano appena partecipato a un concerto.

6) Avere un animale domestico.

Diversi studi dimostrano che uno dei principali vantaggi di
avere la compagnia di un cane o di un gatto è alleviare lo stress.

7) Fare shopping

Campagna regione lazio

Uno studio del Journal of Psychology & Marketing ha scoperto
che (evitando di esagerare per non sentirsi poi in colpa), concedersi delle
spese non previste è un utile meccanismo per abbassare i livelli di stress.

8) Usare i social network

Uno studio del 2015 dal Pew Research Center ha rilevato un
legame tra l’abitudine di esporsi sui principali social network con post e foto
e più bassi livelli di stress.

9) Non sentirsi in colpa se ci si vuole prendere una pausa

Un sondaggio svolto da Staples nel 2014 ha scoperto che più
di un quarto degli impiegati intervistati prendeva solo una pausa per il
pranzo, e uno su cinque ha dichiarato che era il senso di colpa la ragione per
cui non ne prendevano di più nel corso della giornata.

La ricerca dimostra però che concedersi di allontanarsi da
un compito stressante anche per breve tempo può permettere di ricaricarsi e
sentirsi meno sopraffatti dall’impegno quando si torna a lavorarci su.

10) Sorridere

Uno studio del 2012 della rivista Psychological Science ha scoperto che l’atto fisico di sorridere (anche se non si è veramente felici)
può migliorare la risposta allo stress.

11) Fare un sonnellino

Il sonno e i livelli di stress sono strettamente collegati,
spesso in un circolo vizioso tra insonnia e stanchezza durante le ore diurne.
Uno studio ha scoperto però che un sonno di appena 30 minuti riesce a fare una grande
differenza nel contrastare lo stress causato dalla mancanza di sonno.

12) Aiutare altre persone

Se chiamare un amico per sfogarsi in un momento stressante è
sicuramente utile, è forse più sorprendente il fatto che anche fare qualcosa
per rendersi utili agli altri sia un buon metodo per migliorare la propria
condizione. Secondo uno studio del 2015 della rivista Clinical Psychological
Science
, fare piccoli gesti di cortesia come tenere la porta aperta a uno
sconosciuto o aiutare i propri figli con i compiti rende meno stressati e più
felici rispetto a chi non ha atteggiamenti “pro-sociali”.