Me
Boris Johnson: “Gli obiettivi dell’Ue come quelli di Hitler”
Condividi su:

Boris Johnson: “Gli obiettivi dell’Ue come quelli di Hitler”

L'ex sindaco di Londra sostiene che l'Ue sta cercando di ottenere ciò che Hitler e Napoleone in passato non sono riusciti a fare: unire l'Europa sotto un'unica autorità

15 Mag. 2016

L’ex sindaco di Londra, il conservatore britannico Boris Johnson, ha paragonato gli obiettivi dell’Unione europea a quelli di Adolf Hitler, sostenendo che entrambi hanno in comune quello di controllare e riunire l’Europa sotto un’unica “autorità”.

Johnson, fervido sostenitore della Brexit, vale a dire l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, ha aggiunto che Hitler e Napoleone in passato non sono riusciti a unire l’Europa, e che l’Ue vuole ottenere esattamente la stessa cosa, sia pure con metodi diversi.

Il leader dei conservatori britannici e premier del Regno Unito David Cameron è a favore della permanenza del paese all’interno dell’Ue, seppur con condizioni differenti.

Lo scontro mediatico e politico fra chi vuole rimanere e chi vuole uscire dall’Ue è iniziato da oltre due mesi nel Regno Unito e il 23 giugno prossimo si terrà un referendum con cui i cittadini potranno esprimere il loro voto.

Il candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump ha invitato i britannici a lasciare l’Ue e ha detto che l’ipotetica uscita da parte del Regno Unito non costituirebbe un problema rilevante per ciò che riguarda le relazioni commerciali tra Londra e Washington. 

L’attuale presidente degli Stati Uniti Barack Obama si è schierato a favore della permanenza del Regno Unito nell’Ue

— Qui le cose da sapere sul referendum nel Regno Unito per l’uscita o la permanenza dall’Ue 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus