Me

Cosa è successo il 3 maggio nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Siria: tre persone sono state uccise e 17 ferite in un attacco a un ospedale siriano ad Aleppo. L’attacco è stato condotto dai ribelli, che hanno colpito la struttura con alcuni razzi. In tutto 19 persone sono morte e oltre 80 ferite durante l’offensiva, che ha colpito altri luoghi della città. L’esercito siriano ha accusa il fronte al-Nusra, Ahrar al-Sham, e Jaish al-Islam di essere dietro l’attacco. 

– Spagna: il re spagnolo Felipe VI ha sciolto il parlamento e ha convocato nuove elezioni parlamentari per il prossimo 26 giugno. Qualche giorno fa aveva concluso senza successo il terzo round di consultazioni con i leader dei partiti politici per trovare un primo ministro. Il termine ultimo era la mezzanotte del 2 maggio, scadenza dei due mesi entro i quali si sarebbe dovuto trovare l’accordo sull’esecutivo. È la prima volta nella storia della Spagna democratica che non si riesce a formare un governo.

Brasile: la fiamma olimpica è arrivata a Brasilia, dove inizierà un viaggio di tre mesi, attraverso 300 città per poi arrivare allo stadio Maracanà di Rio de Janeiro, dove è attesa il 5 agosto per la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici 2016. La fiamma era stata accesa a Olimpia, città greca che ospitava i Giochi antichi sin dal 776 avanti Cristo, il 21 aprile scorso. La presidente Dilma Rousseff, che sta affrontando un procedimento di impeachment da parte del Congresso brasiliano, ha preso parte all’accensione della torcia presso il palazzo presidenziale di Planalto, alla presenza di Carlos Nuzman, presidente del Comitato olimpico brasiliano, anche se ci sono notevoli possibilità che sarà rimossa dal suo incarico presidenziale prima della cerimonia di apertura delle Olimpiadi. 

– Turchia: i ciprioti greci non avranno più bisogno del visto per visitare la Turchia, grazie all’accordo tra l’Unione Europea e Ankara sulla liberalizzazione dei permessi, ma il governo turco ha precisato che questo non sancisce il riconoscimento di Cipro. La Gazzetta ufficiale turca ha infatti pubblicato la decisione dell’amministrazione di concedere l’ingresso ai cittadini Ue senza bisogno di visto, una volta che anche l’Europa avrà fatto lo stesso per i cittadini turchi. 

– Italia: un centinaio di profughi siriani sono atterrati all’aeroporto di Fiumicino, grazie ai corridoi umanitari organizzati dalla Comunità di Sant’Egidio, la Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e la Tavola Valdese, in collaborazione con i ministeri dell’Interno e degli Esteri. Le famiglie di siriani hanno attraversato il Mediterraneo in totale sicurezza, senza essere costretti ad avventurarsi lungo le pericolose rotte dei migranti. Tra loro anche una famiglia irachena. I profughi arrivano da Homs, Aleppo, Hama e Hassaka.

Da qualche giorno, a pattugliare le strade di Roma e Milano, accanto ai poliziotti e ai carabinieri italiani, ci sono anche alcuni agenti di polizia cinesi. Si tratta di un esperimento volto ad aiutare i turisti cinesi che arrivano in Italia a sentirsi più sicuri. È il primo progetto del genere in Europa, ha detto l’ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu. Gli agenti di polizia cinesi, che sono stati addestrati da funzionari italiani a Pechino, indossano le stesse uniformi che usano in Cina, così che i loro compatrioti li possano riconoscere più facilmente.

– Israele: una corte israeliana ha condannato all’ergastolo Yosef Chaim Ben-David che nel 2014 aveva bruciato vivo il sedicenne Mohammed Abu Khdeir insieme a due complici minorenni. Ben-David aveva tentato di difendersi dalle accuse di rapimento, lesioni aggravate e omicidio adducendo una presunta incapacità di intendere e di volere.