Me

From the city, Venezia raccontata attraverso l’arte

Dal 25 maggio il progetto From the city è in mostra a Venezia, ideato dai curatori della School for Curatorial Studies Venice

Immagine di copertina

From the city è il titolo del progetto espositivo ideato dai
giovani curatori della School for Curatorial Studies Venice nell’ambito del 23esimo corso in Pratiche Curatoriali e Arti Contemporanee, un percorso di formazione
organizzato dalla galleria d’arte contemporanea A plus A Gallery di Venezia
diretta da Aurora Fonda e Sandro Pignotti.

L’evento si svolgerà dal 25 al 31 maggio a Venezia e occuperà il
perimetro urbano tra i Sestieri San Marco e Castello, zone adiacenti le sedi
ufficiali della Biennale – Arsenale e i Giardini di Castello.

Dopo il successo del Rob Pruitt’s Flea Market, progetto
realizzato nella precedente edizione del corso, quest’anno il proposito dei
nuovi studenti è di avviare una riflessione sulla città contemporanea partendo
da una narrazione inedita della città di Venezia che, nonostante le sue
caratteristiche peculiari, concentra in sé potenzialità e tensioni delle città
del mondo contemporaneo.

In occasione dell’anteprima di stampa della 15esima Biennale
Internazionale di Architettura, il gruppo di curatori propone la città di
Venezia come luogo di ricerca artistica, curatoriale e teorica attraverso una
serie di interventi ideati da artisti italiani e internazionali: questi avranno
il compito di indagare le problematiche impellenti che toccano la città
lagunare e che provocano cambiamenti inarrestabili, puntando, inoltre, sulla
valorizzazione della storia di Venezia, delle sue tradizioni e della sua
cultura recuperandone aspetti nascosti o dimenticati.

Tra gli artisti che hanno
aderito al progetto: Elena Bellantoni, Paolo Brambilla, Bros, Federica di
Carlo, Quiet Ensemble, Roberto Fassone, Serena Fineschi, Jukai, Sophie Ko,
Kensuke Koike, Robert Montgomery, Matteo Nasini, Guido Nosari, Libia Castro
& Ólafur Ólafsson, Emmanuele Panzarini, Marco Samorè, Sbagliato, Miriam
Secco, Vincenzo Simone, Julian Soardi, Sebastiano Sofia, Jan Vormann.

Le opere d’arte saranno innestate nel tessuto urbano e messe
in dialogo con lo stesso, portando appassionati d’arte e d’architettura,
studenti, turisti e curiosi a scoprire o riscoprire la città. I fruitori si
orienteranno per le calli con sguardo stupito e curioso, assorbiti dalla
memoria dei luoghi, dal desiderio, dall’intimità di Venezia e da simboli celati
nei luoghi di passaggio e di rito che spesso sfuggono all’attenzione del
visitatore e del cittadino.

Kensuke Koike, artista di origine giapponese,
stuzzicherà la curiosità del pubblico utilizzando lo spioncino di una porta
veneziana pronta a nascondere un mondo caleidoscopico; Jan Vormann, artista
tedesco, per From The City torna a Venezia con il suo progetto itinerante
Dispatchwork e grazie ai mattoncini Lego riparerà crepe e fori delle mura della
città; Daniele Nicolosi, in arte Bros, presenterà un lavoro simbolico
site-specific incentrato sull’opera d’arte e il rapporto tra questa ed il
contesto cittadino, una proposta realizzata con utilizzo di alcune monete da un
euro.
 

Per maggiori informazioni:

A plus A Gallery e The School for Curatorial Studies Venice

San Marco
3073 – 
Venezia 30124. Email: press@aplusa.it

Tel.: 00 39 041 277 04 66

http://www.merpaperkunsthalle.org/plusa.it

The School
for Curatorial 
Studies
Venice

Email: press@corsocuratori.com

http://www.corsocuratori.com/