Me

L’uomo che salva le volpi in Irlanda

Da 7 anni a questa parte, Patsy Gibbons si prende cura delle volpi, ma la sua iniziativa ha generato le critiche dell'ente impegnato nella protezione di animali selvatici

Immagine di copertina

Patsy Gibbons vive in una piccola cittadina nella Contea di Kilkenny, nell’Irlanda del sud. Tra gli abitanti del villaggio di Thomastown, Gibbons è conosciuto come “l’uomo delle volpi”. Trascorre le sue giornate in compagnia di tre volpi, salvate anni fa da morte sicura, che ora fanno parte della famiglia e dalle quali non si allontana mai. 

La sua passione per questi animali nacque sette anni fa, come lui stesso racconta al quotidiano locale Irish Times: “Fu mio cognato a trovare la prima volpe, Grainne. Aveva sei settimane di vita ed era stata lasciata dentro una scatola nei pressi di un magazzino, vicino all’ospedale di Columba”. 

“Era denutrita e allora decidemmo di portarla dal veterinario locale. Da quel momento ho iniziato a prendermi cura di lei e non ho più smesso”. 

Sono passati quasi sette anni da allora, e la famiglia di volpi è cresciuta nel frattempo. Oggi l’uomo si prende cura di tre volpi, Grainne, Minnie ed Harry. “Harry è l’ultimo arrivato della famiglia. Ha 11 mesi e deve ancora guarire dal trauma che ha dovuto subire, essendo stato morso da un cane. Anche Minnie è arrivata malconcia e denutrita. Era stata trovata da una signora della contea vicina, che aveva pensato di affidarmela affinché me ne prendessi cura”. 

L’attenzione di Gibbons per le volpi non poteva certamente passare inosservata. “Ci sono persone provenienti da tutto il paese e anche dal Regno Unito che vengono qui a chiedermi consigli per curare le volpi. Non sono certamente un esperto, ma imparo giorno per giorno a relazionarmi con loro. Sono felice di poter dare consigli”. 

A coloro che gli domandano quali cure e attenzioni particolari richiedano animali che in natura vivono liberi, Gibbons risponde: “In realtà sono animali molto docili. Quando mi vedono si strofinano sulla mia gamba e amano giocare. Li nutro con cosce di pollo, carne macinata, ma amano anche lumache bianche, vermi, more ed erbe aromatiche. Adorano più di ogni altra cosa il vino. Ogni tanto strofino sulle loro gengive un po’ di vino, e loro apprezzano”. 

Attualmente Gibbons è impegnato a girare nelle scuole della contea per far conoscere ai bambini le sue volpi: “I bambini amano vederle. E io amo spiegare loro come prendersi cura di animali così particolari”.

Tuttavia, la storia di Gibbons e le sue volpi ha generato alcune critiche da parte delle autorità governative locali. Un portavoce della sezione che si occupa della riabilitazione della fauna selvatica in Irlanda ha criticato il possesso di animali selvatici in casa, allevati come animali domestici.

“Attraverso diverse organizzazioni stiamo cercando di combattere la vendita illegale di cuccioli di volpe su internet. La volpe, inoltre, non gode di status di animale protetto in Irlanda e non esiste una legge che vieti il possesso in casa di un animale selvatico. Stiamo lavorando affinché questi animali possano vivere in libertà, nel loro habitat naturale”.