Me

Due autobombe nel sud dell’Iraq, 18 morti

Secondo le autorità locali i feriti per il momento sono 40, ma il bilancio è destinato ad aggravarsi. Il duplice attacco è stato rivendicato dall'Isis

Immagine di copertina

Domenica primo maggio due autobombe sono esplose nella città di Samawah, nel sud dell’Iraq, uccidendo almeno 18 persone e ferendone altre 40. Lo hanno reso noto le autorità locali.

La prima esplosione è avvenuta nei pressi di un edificio governativo locale, mentre la seconda è avvenuta a circa 60 metri di distanza, in una stazione degli autobus.

Il duplice attacco è stato rivendicato dal sedicente Stato islamico.

Il bilancio delle vittime è destinato a salire, secondo quanto precisato da funzionari del luogo. 

(Qui sotto la posizione geografica della città irachena di Samawah)