Me
Un altro raid aereo colpisce un ospedale ad Aleppo
Condividi su:

Un altro raid aereo colpisce un ospedale ad Aleppo

Decine i feriti nel secondo attacco in meno di 48 ore contro strutture ospedaliere in un'area controllata dai ribelli in Siria

29 Apr. 2016

Un raid aereo ha colpito una clinica in un quartiere di Aleppo controllato dai ribelli in Siria, il secondo nelle ultime 48 ore.

Il raid ha colpito il quartiere di Al-Marja e ha causato la morte di almeno cinque persone. Decine di civili sono rimasti feriti, tra cui anche un’infermiera.

La clinica si occupava di servizi dentali e curava persone con malattie croniche.

Il reporter di Al Jazeera Andrew Simmons, che si trova lungo il confine tra Turchia e Sira, ha detto che il raid ha effettivamente causato la distruzione della clinica.

L’attacco giunge in seguito all’annuncio da parte dell’esercito siriano di un parziale cessate il fuoco, mentre a Ginevra in Svizzera i colloqui di pace sono ancora a un punto fermo.

Nella notte di mercoledì 27 aprile, almeno 50 persone sono rimaste uccise in seguito a raid aerei che hanno colpito l’ospedale di Al-Quds, sostenuto da Medici Senza Frontiere, e un complesso di appartamenti nel quartiere di Sukkari, controllato dai ribelli.

Oltre 200 civili sono rimasti ucccisi ad Aleppo nel corso dell’ultima settimana.

LEGGI: ANCHE IERI NOTTE HANNO UCCISO L’ULTIMO PEDIATRA DI ALEPPO, MIO COLLEGA E AMICO

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus