Me
I frigoriferi vuoti del Venezuela per la crisi energetica
Condividi su:

I frigoriferi vuoti del Venezuela per la crisi energetica

Recessione economica, prezzi altissimi e carenza di scorte alimentari: i venezuelani faticano a mettere insieme un pasto completo

28 Apr. 2016

Un’economia in piena recessione, prezzi altissimi e croniche carenze di scorte alimentari hanno fatto sì che molte famiglie venezuelane facciano fatica a mettere insieme un pasto completo e bilanciato.

Un sondaggio condotto da alcuni istituti universitari ha rilevato che l’87 per cento degli intervistati riceve uno stipendio insufficiente a comprare abbastanza cibo per sfamare la propria famiglia.

La disfunzionale economia del Venezuela è gestita dallo stato. Hugo Chavez usava le rendite petrolifere per i sussidi alimentari, ma il suo successore Nicolas Maduro si è trovato di fronte al crollo del prezzo del greggio e alla conseguente contrazione delle rendite.

I venezuelani, 30 milioni di persone, si trovano così ad avere i frigoriferi vuoti, se lo stipendio minimo copre appena il 20 per cento delle spese alimentari di una famiglia di cinque persone.

Carlos Garcia Rawlins per Reuters ha fatto visita ad alcune famiglie di Caracas e, oltre ai loro ritratti, ha immortalato anche la desolazione dei frigoriferi semi-vuoti e le poche provviste che ospitano.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus