Me
Cosa succede oggi nel mondo
Condividi su:

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per il 27 aprile 2016

27 Apr. 2016

Stati Uniti: Hillary Clinton per i democratici e Donald Trump per i repubblicani hanno avuto la meglio alle primarie del 26 aprile. Trump ha vinto in tutti e cinque gli stati: Connecticut, Delaware, Maryland, Pennsylvania e Rhode Island, Hillary Clinton in tutti tranne Rhode Island che è andato a Sanders. 

-Egitto: il consulente della famiglia Regeni in Egitto, Ahmed Abdallah, è stato arrestato. Lo ha confermato il legale della famiglia. 

– Siria: il ministro degli Esteri russo Lavrov ha fatto sapere che i colloqui di pace sulla Siria a Ginevra riprenderanno il 10 maggio. 

– Corea del Nord: il Partito dei lavoratori nordcoreano ha annunciato per il 6 maggio la data del congresso, un evento che non si teneva da 36 anni. 

– Canada: il primo ministro canadese ha esortato gli altri paesi a non cedere alle pressioni di pagamento di riscatto per i loro cittadini rapiti all’estero. Lo ha detto all’indomani dell’esecuzione del cittadino canadese nelle Filippine. 

– Grecia: sono in corso scontri tra i migranti e la polizia in un campo profughi di Lesbo.

– Papua Nuova Guinea: il presidente guineano ha fatto sapere che il centro di detenzione australiano per richiedenti asilo di Manus Island verrà chiuso perché considerato illegale. 

– Croazia: il presidente turco Erdogan si recherà a Zagabria, in Croazia, per un colloquio sui migranti con le autorità croate. 

– Spagna: il paese andrà a elezioni anticipate il prossimo 26 giugno dal momento che sono fallite anche le ultime consultazioni e non è stato trovato un accordo sul governo. I sessanta giorni di tempo per trovare un premier scadranno il 3 maggio. 

– Brasile: si sta svolgendo in questi giorni la San Paolo Fashion Week. 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus