Me

Una band musicale non può più suonare in Giordania perché è a favore della libertà sessuale

Secondo gli esponenti del gruppo, il concerto è stato annullato dal momento che si battono per l'uguaglianza di genere

Immagine di copertina

Il gruppo musicale libanese dei Mashrou’ Leila ha annunciato che non potrà più tenere il concerto in programma per venerdì 29 aprile presso l’anfiteatro romano di Amman, in Giordania, dal momento che la band si batte per la libertà sessuale e l’uguaglianza di genere.

L’evento è stato cancellato per volontà delle autorità locali, che hanno formalmente negato al gruppo di suonare ancora sul territorio giordano.

Il cantante dei Mashrou’ Leila è un omosessuale dichiarato.

I cinque membri del gruppo sono tutti ex studenti dell’Università Americana di Beirut e dal 2008 hanno iniziato a suonare insieme, ottenendo un grande seguito in tutto il Medio Oriente.