Me

Un flashmob per Giulio Regeni

Il 24 aprile decine di persone hanno preso parte a un flashmob a Milano per chiedere verità sulla misteriosa morte dello studente italiano. Le foto di Giulio Tonincelli

Immagine di copertina

Il 24 aprile Amnesty International ha organizzato a Milano un flash mob per chiedere la verità per Giulio Regeni, il ricercatore italiano trovato ucciso al Cairo nel gennaio del 2016 in circostanze ancora non chiarite.

Le versioni che il governo egiziano ha fornito all’Italia non sono risultate soddisfacenti, e diverse testate hanno realizzato inchieste che lasciano il sospetto di un coinvolgimento nella morte del ricercatore da parte dell’apparato di sicurezza egiziano.

I partecipanti al flashmob di Milano, svoltosi nella centrale piazza della Scala, hanno formato una scritta “verità per Giulio Regeni”. Anche i genitori del ricercatore hanno preso parte alla protesta.

Il flashmob ha avuto luogo durante l’assemblea generale di Amnesty International.