Me
La direttrice d’orchestra afghana che sfida i Taliban con la musica
Condividi su:

La direttrice d’orchestra afghana che sfida i Taliban con la musica

Negin ha 19 anni e dirige un'orchestra composta da 35 elementi, tutte donne, in un paese dove la musica è vietata

22 Apr. 2016

Negin Khpalwak ama la musica. La ama a tal punto da essere diventata a soli 19 anni la più giovane direttrice d’orchestra in Afghanistan. 

Nata e cresciuta in una famiglia conservatrice afghana di etnia pashtun, nel villaggio di Kunar, nell’Afghanistan orientale, fin da bambina, Negin aveva manifestato la sua passione per la musica.

Ma in un paese dove è vietato suonare qualsiasi strumento musicale, Negin non poteva coltivare la sua passione innata. Oltre ai divieti imposti dal regime dei Taliban, la giovane donna doveva sottostare alle continue minacce dei familiari che la spinsero a dover suonare di nascosto, lontana da occhi e orecchie indiscrete. 

L’unico della famiglia a motivarla e a incoraggiarla nel suo lungo percorso è stato il padre. “Fatta eccezione per mio padre, tutti in famiglia sono stati contrari affinché seguissi la mia passione”, ha raccontato a Reuters.

“Mi dicevano continuamente, come può una ragazza pashtun riprodurre la musica? Soprattutto nella nostra tribù, dove anche un uomo non ha il diritto di farlo”. 

Ma Negin non si è mai fermata.

Attualmente la giovane donna vive in un orfanotrofio nella capitale afghana Kabul e lavora presso l’Istituto Nazionale afgano per la musica, dove dirige un’orchestra di 35 elementi composta da sole donne. 

Negin ha coronato il suo sogno, ma tutte le volte che si reca in visita a casa deve ancora fare i conti con l’ostilità della famiglia. I suoi zii e i suoi fratelli minacciano costantemente di volerla picchiare. “Rispetto alle donne che vivono al di fuori dell’Afghanistan, ci sentiamo in gabbia”, ha raccontato la ragazza.

La giovane ha confessato di essere pronta a lasciare la famiglia alle spalle per il bene della sua musica. “Io non accetto la sconfitta, e continuerò a suonare la mia musica, anche se non mi sento al sicuro. Ma quando la gente assiste ai miei concerti poi dice: ‘Questa è Negin Khpalwak’, che mi dà energia.”

La storia di Negin, giovane direttrice d’orchestra, è senza dubbio una doppia sfida in un paese noto a livello internazionale per le forti restrizioni imposte alle donne. 

Un video dedicato a Negin Khpalwak 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus