Me
Cile nel caos a causa delle piogge torrenziali
Condividi su:

Cile nel caos a causa delle piogge torrenziali

Frane, fiumi straripati, vie di comunicazione bloccate, chiusa la più grande miniera di rame del paese. Almeno una vittima per il maltempo, la polizia cerca 4 dispersi

17 Apr. 2016

Violente piogge torrenziali hanno colpito negli ultimi giorni il Cile. Quattro milioni di persone sono rimaste senza acqua potabile. Molti fiumi sono straripati, mentre le frane e gli smottamenti hanno bloccato le vie di comunicazione e costretto a chiudere la più grande miniera di rame del paese.

Il maltempo ha causato anche la morte di una donna, uccisa durante una frana nella valle di San Jose de Maipo, una regione montuosa poco a sudest della capitale Santiago. La polizia sta ricercando altre quattro persone disperse nella stessa area.

Le immagini trasmesse dalle televisioni locali hanno mostrato le strade di Providencia, un ricco quartiere di Santiago, completamente invase da acqua e fango dopo che il fiume Mapocho ha rotto gli argini ed è straripato.

Le piogge hanno costretto la chiusura di alcune importanti miniere di rame, compresa quella di El Teniente, la più grande del paese, che ha dovuto sospendere l’estrazione del minerale, con un danno stimato di almeno 5mila tonnellate di rame.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus