Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per il 15 aprile

Immagine di copertina

Giappone: almeno nove persone sono morte e quasi mille sono rimaste ferite in seguito al forte terremoto di magnitudo 6,4 che ha colpito il sud-ovest del Giappone. Nessun danno è stato riscontrato agli impianti nucleari. 

– Corea del nord: è fallito il tentativo di lanciare un missile di medio raggio previsto per oggi, in occasione del 104esimo anniversario dalla nascita del fondatore del paese, Kim Il Sung.

– Siria: l’opposizione si è detta disposta a formare un governo di transizione con membri dell’esecutivo di Assad, a condizione che non ci sia Assad stesso. 

– Stati Uniti: i due candidati democratici Bernie Sander e Hillary Clinton si sono affrontati in un acceso dibattito televisivo in vista delle primarie cruciali del 19 aprile a New York. 

– Brasile: la corte suprema ha rifiutato l’ultimo disperato tentativo di evitare l’impeachment di Dilma Rousseff che ha un appoggio del parlamento sempre più fragile.

– Birmania: l’agenzia statunitense incaricata di monitorare le libertà religiose ha sollecitato il nuovo governo birmano a rimuovere le discriminazioni nei confronti della minoranza musulmana dei Rohingya. 

– Stati Uniti: il segretario della difesa americano Ash Carter ha annunciato che si recherà sulla portaerei statunitense che si trova nel conteso mar Cinese meridionale, mossa che ha fatto infuriare la Cina. 

– Bhutan: il duca e la duchessa di Cambridge proseguono il loro viaggio in oriente con una tappa nel regno del Bhutan. 

– Russia: Vladimir Putin respinge l’accusa che lo vede legato a conti offshore a Panama da miliardi di euro, sostenendo che si tratta di una “provocazione” degli Stati Uniti. 

– Irlanda: il tentativo del primo ministro nominato, Enda Kenny, di formare un governo è fallito per la terza volta.

– Iraq: il parlamento iracheno voterà sul rimpasto di governo proposto dal primo ministro Haider al-Abadi. 

– Canada: il governo canadese ha presentato una proposta di legge sul suicidio medicalmente assistito, che riguarda malati terminali e disabili, ma esclude minori e malati mentali. 

– Regno Unito: inizia ufficialmente la campagna referendaria per il voto del 23 giugno sulla cosiddetta Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. 

– Grecia: sull’isola di Lesbo sono in atto i preparativi per la visita del papa a favore dei migranti prevista per il 16 aprile