Me

Il maratoneta iraniano che ha sventolato la bandiera degli Stati Uniti

Da diversi anni agli statunitensi viene negata la possibilità di partecipare a eventi sportivi in Iran. Un atleta ha mostrato loro la sua solidarietà sfidando le autorità

Immagine di copertina

La fine di un trentennio di inimicizie fra Iran e Stati Uniti passa anche attraverso lo sport. L’immagine del maratoneta iraniano giunto al traguardo con in mano una bandiera degli Stati Uniti ha fatto il giro dei social media, in particolare di Twitter. Numerosi utenti hanno pubblicato e condiviso la foto.

Sabato 9 aprile, 250 atleti maschi provenienti da 35 paesi hanno partecipato a una maratona internazionale organizzata nella città di Marand, nella provincia dell’Azerbaigian orientale, che si trova in Iran.

Alla maratona dovevano partecipare anche dieci atleti americani, che non hanno però ottenuto i loro visti per tempo. In segno di solidarietà, il maratoneta Akbar Naghdi ha deciso di terminare la gara arrivando al traguardo stringendo fra le mani una bandiera americana, come segno di amicizia, secondo quanto riporta il giornale in lingua farsi Parsine

Tuttavia, alla competizione podistica non hanno partecipato maratonete di sesso femminile.