Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per il 13 aprile 2016

Immagine di copertina

Italia: la riforma costituzionale è stata approvata in via definitiva dalla camera dei deputati con 367 voti a favore e 7 contro. La legge dovrà ora essere sottoposta a referendum, che si terrà a ottobre. 

– Siria: missili provenienti dalla Siria hanno colpito la città turca di Kilis. 

– Corea del Sud: il partito del presidente Park Geun-hye, Saenuri Party, è il favorito a vincere le elezioni parlamentari 

– Siria: sono ricominciati i colloqui di pace a Ginevra che saranno incentrati sulla transizione politica del paese e sul destino di Bashar al-Assad. 

– Stati Uniti: il presidente della Camera dei rappresentanti Paul Ryan, ha detto che rifiuterà qualsiasi tentativo di imporlo come candidato repubblicano alle elezioni presidenziali. 

– Nazioni Unite: la corsa al “dopo Ban Ki-moon” è iniziata. Degli otto aspiranti futuri segretari generali dell’Onu, sei provengono dall’Europa dell’est. La parola spetterà ai membri permanenti del Consiglio di Sicurezza. 

– Brasile: la presidente Dilma Rousseff ha dichiarato che il suo vicepresidente Michel Temer ha messo in piedi un complotto contro di lei che potrebbe sfociare nell’impeachment il cui voto è previsto per il 17 aprile. Intanto anche un altro partner di governo, il partito progressista, si appresta a lasciare la maggioranza e a votare a favore dell’impeachment. 

– Austria: Vienna ha deciso di introdurre i controlli alla frontiera con l’Italia, costruendo una recinzione al valico del Brennero per prevenire il flusso di migranti diretto nel paese.

– Panama: la polizia ha perquisito il quartier generale di Mossack Fonseca a Panama. 

– India: le temperature si stanno alzando nel paese dall’inizio della stagione dei monsoni. Un’ondata di caldo anomala per il mese di aprile ha colpito il paese, con temperature che hanno quasi raggiunto i 45 gradi. Si sono registrati dei morti. 

– Stati Uniti: il governatore della North Carolina, Pat McCrory, ha detto di voler rivedere la controversa legge sui bagni pubblici, che costringe gay, lesbiche e transessuali a utilizzare i bagni in base al proprio sesso biologico. La legge era stata condannata da attivisti, artisti e imprese economiche.