Me

Siria, cade un elicottero da combattimento russo

Il velivolo è precipitato nella provincia di Homs, i due piloti sono morti nello schianto

Immagine di copertina

L’agenzia di stampa russa Interfax ha riferito che un elicottero da combattimento Mi-28 Night Hunter russo è precipitato in Siria nelle prime ore del mattino di martedì 12 aprile 2016. I due piloti sono morti nello schianto.

Il ministero della difesa ha riferito che l’elicottero non è stato abbattuto. Il mezzo è caduto nella provincia di Homs, i corpi dei piloti sono stati recuperati e portati alla base aerea russa di Hmeymim, nella provincia di Latakia. Un squadra di specialisti si è recata sul luogo dello schianto per investigare le cause dell’incidente.

Gli elicotteri Mi-28 russi, l’equivalente degli Apache americani, hanno preso parte alle operazioni del governo siriano per espellere l’Isis da Palmira, lanciando missili anti-carro contro i veicoli corazzati del sedicente Stato islamico.

L’elicottero è il terzo mezzo aereo perso dalle forze russe in Siria. Infatti, la Turchia aveva abbattuto un caccia Sukhoi-24 vicino al confine turco-siriano alla fine di novembre, mentre l’elicottero in missione di salvataggio per recuperare i piloti era stato distrutto dai ribelli dopo l’atterraggio.