Me

I Guns N’ Roses hanno suonato di nuovo insieme per la prima volta dopo 23 anni

Axl Rose, Slash e Duff McKagan, membri originali del gruppo, sono tornati a esibirsi, a Los Angeles, sullo stesso palco la sera del 1° aprile per un concerto a sorpresa

Immagine di copertina

Quando i biglietti sono stati messi in vendita a sorpresa, si credeva fosse un pesce d’aprile. Ma alla fine è successo quello che i fan aspettavano da 23 anni: i Guns N’ Roses, storica band protagonista della scena hard rock a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, sono tornati a suonare insieme.

Axl Rose, Slash e Duff McKagan, membri originali del gruppo noto tanto per i suoi successi quanto per i suoi eccessi, sono tornati ad esibirsi sullo stesso palco la sera del primo aprile, per un concerto a sorpresa che farà da prova generale per un tour estivo annunciato poche settimane fa.

Era il 17 luglio 1993 quando per l’ultima volta i tre musicisti (rispettivamente cantante, chitarrista e bassista) avevano condiviso la scena, durante un concerto a Buenos Aires. Ieri è stata invece Los Angeles la città scelta per ospitare il loro ritorno, e in particolare la piccola sala da concerti Troubadour.

A mezzogiorno, senza alcun preavviso, sono stati messi in vendita circa 250 biglietti a dieci dollari ciascuno per il concerto della sera stessa, e all’ingresso del Troubadour ai pochi fortunati fan è stato vietato di fare foto e video. Nonostante questo, qualcuno ha trasgredito le regole, e sono emersi alcuni brevissimi video su Instagram, nonché alcune immagini.

Tra i presenti, a quanto pare, anche la nota modella Emily Ratajkowski, che ha postato un’immagine della serata sul suo account:

 


I Guns hanno eseguito 17 canzoni, senza tralasciare nessuno dei loro più grandi successi, e inserendo in scaletta anche alcune cover (Knockin’ On Heaven’s Door di Bob Dylan, The Seeker degli Who e altre).

Questa, in dettaglio, la scaletta del concerto:

It’s So Easy

Mr.Brownstone

Chinese Democracy

Welcome to the Jungle

Double Talkin’ Jive

Live and Let Die (Wings cover)

Rocket Queen

You Could Be Mine

Speak Softly Love (Andy Williams cover)

Sweet Child O’Mine

New Rose (The Damned cover)

Better

Knockin’ on Heaven’s Door (Bob Dylan cover)

My Michelle

Nightrain

The Seeker (The Who cover)

Paradise City

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus