Me
Almeno 33 vittime nei raid aerei a sudest di Damasco
Condividi su:

Almeno 33 vittime nei raid aerei a sudest di Damasco

Tra di loro 12 bambini, nove donne e uno dei volontari degli elmetti bianchi arrivati in soccorso

01 Apr. 2016

L’Osservatorio siriano per i diritti umani ha riferito giovedì 31 marzo 2016 che l’aeronautica governativa avrebbe bombardato il distretto di Deir al-Asafir, a sudest di Damasco, uccidendo almeno 33 persone, per lo più donne e bambini.

Il Dipartimento di stato americano si è detto “sconcertato” dalla notizia e, attraverso il portavoce John Kirby, ha dichiarato: “Condanniamo nel modo più assoluto questi attacchi diretti contro la popolazione civile”.

I raid aerei di giovedì violano la tregua instaurata un mese fa. Parti della regione Ghouta orientale, a est di Damasco, dove si trova anche Deir al-Asafir, sfugge al controllo di Assad sin quasi dall’avvio della rivoluzione, poi divenuta guerra civile, cinque anni fa.

L’area è sotto il controllo di diverse fazioni, tra cui i ribelli che hanno aderito al cessate il fuoco e il Fronte al-Nusra che invece, come anche al-Qaeda e l’Isis, ne è escluso.

Secondo quanto diffuso dall’Osservatorio, tra le vittime ci sarebbero 12 bambini, nove donne e uno dei soccorritori.

Gli elmetti bianchi (la Syrian Civil Defence, un’organizzazione di soccorso su base volontaria) ha reso noto che uno dei suoi membri è rimasto ucciso quando una delle ambulanze è stata colpita. Si tratta di Walid Ghourani.

L’organizzazione han diffuso il video di un’ambulanza che arriva a Deir al-Asafir e uno dei volontari che trasporta una lettiga correndo attraverso una via piena di macerie verso il luogo dell’esplosione. Si tratterebbe degli ultimi momenti di Ghourani.

Gli elmetti bianchi hanno anche pubblicato le foto di quello che dovrebbe essere la sede locale degli elmetti bianchi, completamente distrutta da un raid aereo. All’interno si vedono manichette antincendio, estintori e altro materiale.

Il portavoce del ministero degli Esteri francese Romain Nadal ha commentato l’attacco su Deir al-Asafir venerdì primo aprile definendolo “un atto abietto concepito per terrorizzare il popolo siriano e fiaccare gli sforzi della comunità internazionale per trovare una soluzione politica [al conflitto]”.

“La Francia condanna i raid aerei effettuati dal regime”, ha dichiarato Nadal. “Questo attacco, che ha colpito deliberatamente la popolazione civile, inclusi bambini, dimostra che il regime continua nei suoi abusi violando la tregua”.

(qui sotto il video degli elmetti bianchi)

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus