Me

Sessanta morti e trecento feriti in un attacco suicida in Pakistan

L'esplosione è avvenuta in un parco pubblico nella città di Lahore, nel Punjab

Immagine di copertina

Sessanta persone sono morte e altre trecento sono rimaste ferite a causa di un attacco suicida in un parco pubblico, il Gulshan Iqbal, nella città di Lahore, nel Punjab, in Pakistan. Molte delle vittime sono donne e bambini. Le autorità non conoscono ancora la matrice dell’attacco.

L’attentato è stato rivendicato da un gruppo estremista pakistano affiliato ai Taliban.

Il parco era frequentato da numerose famiglie, alcune delle quali cristiane, che erano andate a trascorrere la domenica di Pasqua fuori, raccontano testimoni al quotidiano pakistano Dawn. 

L’attentatore suicida si è fatto esplodere appena fuori da un ingresso, a pochi metri da dove si trovavano dei bambini. 

I feriti sono stati trasportati in ospedale con taxi, ambulanze e risciò. 

Molti testimoni hanno riferito che non vi era alcun agente di polizia né dentro né fuori il parco.