Me

Miliziani dell’Isis attaccano un posto di blocco a Misurata in Libia

Il sedicente Stato islamico ha approfittato del vuoto politico del paese nordafricano per stabilire un suo punto d'appoggio

Immagine di copertina

Un gruppo di militanti del sedicente Stato islamico hanno attaccato un posto di blocco vicino alla città libica di Misurata mercoledì 9 marzo, uccidendo tre addetti alla sicurezza. Lo ha reso noto una fonte militare locale.

Alcuni testimoni oculari residenti nella città di Sirte hanno riferito di un attacco aereo avvenuto lo stesso giorno, che avrebbe provocato il ferimento di una donna e la morte dei suoi tre figli. 

Il posto di blocco di Abu Grain è sulla strada che collega Misurata a Sirte, controllata fino al 2015 dal sedicente Stato islamico. 

Aerei da guerra si sarebbero alzati in volo da Misurata attaccando tre diversi siti dislocati nella città di Sirte. Uno degli attacchi aerei è avvenuto in prossimità di un impianto d’acqua, dove i bambini sono stati uccisi e vicino a un complesso alberghiero nel centro della città. 

I funzionari di Misurata non hanno ancora confermato la notizia, ma non sono rari gli attacchi aerei sulla città di Sirte. 

Il sedicente Stato islamico ha approfittato del vuoto politico e della mancanza di sicurezza in Libia per stabilire un punto di appoggio nel paese nordafricano, effettuando periodicamente degli attacchi contro le città libiche e contro le installazioni petrolifere.