Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutti i fatti da sapere per il 3 marzo 2016

Immagine di copertina

Corea del Nord: all’indomani dell’approvazione di pesanti sanzioni da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, la Corea del Nord ha lanciato missili a corto raggio in mare. Lo ha annunciato il ministro della Difesa della Corea del Sud. 

– Europa: il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, si recherà in Turchia e Grecia per discutere su un accordo comune per affrontare la crisi dei migranti. 

– Francia: il premier britannico David Cameron e il presidente francese Francois Hollande si incontreranno nella città di Amiens per discutere della crisi dei migranti in atto a Calais.

– Siria: i ribelli siriani vicini al confine turco hanno detto di essere stati attaccati dalle forze governative nonostante il cessate il fuoco in corso dal 27 febbraio. I rappresentati delle Nazioni Unite nutrono profondi dubbi sui colloqui di pace, che dovrebbero iniziare il 9 marzo. 

– Australia: il cardinale George Pell ha ammesso di non avere fatto nulla dopo essere venuto a conoscenza di stupri ai danni di bambini da parte di un prelato australiano, in carcere dal 2015. 

– Stati Uniti: molti membri del partito Repubblicano hanno espresso preoccupazione per le ripetute vittorie di Donald Trump, mettendo in guardia che se sarà lui il candidato repubblicano, probabilmente perderà le elezioni di novembre. Intanto Ben Carson ha annunciato che si ritirerà dalla corsa per le primarie. 

– Spagna: il parlamento non ha votato la fiducia al primo ministro incaricato Pedro Sanchez, che aveva proposto di formare un governo di coalizione. Podemos e popolari hanno votato contro. Venerdì si terrà un nuovo voto. 

– Nigeria: un uomo armato ha rapito tre studentesse nella loro scuola alla periferia di Lagos. La polizia lo sta cercando. 

– Russia: un uomo rischia di essere condannato al carcere per aver negato l’esistenza di Dio in una web chat. La legge che prevede il carcere per chi offende il sentimento religioso dei credenti è stata varata nel 2013, dopo la performance nella cattedrale di Mosca che è costata la galera al gruppo punk Pussy Riot. 

– Cina: tre dei librai di Hong Kong inizialmente scomparsi, Lui Por, Cheung Chi-ping and Lam Wing-kee saranno liberati, hanno detto le autorità cinesi. 

– Brasile: la compagnia mineraria Samarco ha raggiunto un accordo con il governo brasiliano per il pagamento di 5,1 milioni di dollari di danni da diluire in 15 anni per la rottura di una diga nel mese di novembre 2015. 

– Israele: il primo ministro israeliano Binyamin Netanyahu ha chiesto di espellere dalla Striscia di Gaza le famiglie degli attentatori che negli scorsi mesi hanno condotto attacchi contro cittadini israeliani. 

– Benin: il paese di prepara alle elezioni presidenziali che si terranno domenica 6 marzo.

– Colombia: rappresentanti delle Farc e del governo colombiano si incontreranno per un nuovo round di colloqui.