Me
La bambina affetta da autismo che dipinge aiutata dal suo gatto
Condividi su:

La bambina affetta da autismo che dipinge aiutata dal suo gatto

Iris si esprime poco a parole, ma ha un grande talento artistico e un aiutante molto speciale

01 Mar. 2016

Iris Grace è una bambina britannica di sei anni affetta da
autismo e nonostante abbia notevoli difficoltà nell’esprimersi a parole, ha
rivelato un incredibile talento come pittrice, grazie anche all’aiuto del suo
gatto Thula.

L’attenzione eccezionale di Iris per il dettaglio, che
spesso è comune nelle persone autistiche, l’ha aiutata a creare dipinti
davvero eccezionali per la sua età, che molti hanno paragonato alle opere di
Monet.

Il suo talento è talmente apprezzato che molti collezionisti
d’arte hanno voluto acquistare le sue opere e la voce si è sparsa fino ad
arrivare all’attrice Angelina Jolie, che è entrata quindi a far parte degli
acquirenti dei suoi quadri.

Sua madre, Arabella Carter-Johnson, spiega sul suo sito web
che una chiave importante per la concentrazione e la calma necessaria a
dipingere è stata trovata da Iris in un gatto chiamato Thula, che le sta vicino
durante la realizzazione delle opere e l’ha invogliata a dire qualche parola in
più, come “seduto, gatto”.

Arabella ha deciso di raccontare la storia di sua figlia in
un libro, Iris Grace, che contiene 42
dipinti, 15 illustrazioni e molte foto dell’artista al lavoro. Attraverso quest’opera,
la famiglia di Iris ha voluto sensibilizzare i lettori all’autismo, per dimostrare
che ciò che ha funzionato per Iris potrebbe valere anche per altri bambini
affetti da questa malattia.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus