Me

Cosa è successo il 29 febbraio nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Siria: le Nazioni Unite sono pronte per iniziare la fornitura di aiuti umanitari alle popolazioni che vivono nelle zone sotto assedio in Siria. La tregua mediata da Russia e Stati Uniti e iniziata a mezzanotte del 27 febbraio per il momento regge, nonostante denunce di violazioni da varie parti. Le prime consegne sono previste per le prossime ore e dovranno raggiungere circa 150 mila siriani nell’arco di cinque giorni.

 Francianell’accampamento di Calais, nel nord della Francia, si sono verificati degli scontri fra gruppi di migranti e forze di polizia, dopo l’inizio delle operazioni di sgombero del campo. Gli agenti in assetto antisommossa hanno risposto con il lancio di gas lacrimogeni, mentre 150-200 fra migranti e attivisti hanno lanciato dei sassi e tre tende sono state date alle fiamme. Qui un reportage sulla vita all’interno dell’accampamento. 

– Iraq: l’Isis ha compiuto un attacco contro un funerale sciita nella provincia orientale irachena di Diyala, causando la morte di almeno 27 persone. I combattenti del sedicente Stato islamico controllano larghe porzioni di territorio nel nord e nell’ovest dell’Iraq. S’intensificano gli attacchi contro la comunità sciita nel paese. Chi sono sunniti e sciiti 

– Macedonia: la polizia macedone ha sparato gas lacrimogeni su un gruppo di migranti che tentava di attraversare una recinzione nella piccola città di frontiera di Idomeni, sul confine greco-macedone. La folla si era radunata dopo che era circolata la notizia che le autorità macedoni stavano aprendo le frontiere. 

– Portogallo: il primo ministro portoghese Antonio Costa, ha inviato una lettera ai governi di Grecia, Italia, Austria e Svezia dicendo loro di volerli aiutare a gestire il flusso dei migranti in arrivo. Il paese si è detto disponibile ad accogliere 5800 persone in più, in aggiunta alle 4500 che spettano al paese in base al programma di redistribuzione delle quote a livello europeo. Finora il paese ha ricevuto però solo 32 richieste di asilo. 

– Kosovo: alle 19:50 del 26 Febbraio 2016, dopo 10 ore di sessioni parlamentari, il Kosovo ha conosciuto il nome del suo quinto presidente, anche se non c’erano molti dubbi su chi potesse essere. La coalizione governativa aveva deciso di sostenerlo.

– Cina: un uomo armato di coltello ha aggredito dieci bambini nel sud della Cina lunedì 29 febbraio 2016. Due di loro sono gravemente feriti, mentre l’aggressore si è tolto la vita. Si tratta dell’ultimo, in ordine di tempo, di una serie di attacchi contro le scuole nel paese. 

– Russia: una donna con in mano la testa mozzata di una bambina è stata avvistata nelle prime ore della mattina fuori dalla stazione della metropolitana Okt’abrskoje Pole, a nordovest di Mosca. Secondo quanto riportato dai media locali, la donna con indosso un burqa si aggirava nel piazzale appena fuori la stazione metro, urlando Allahu Akbar e brandendo in mano la testa mozzata di una bambina. 

– Pakistan: in Pakistan è stato impiccato Mumtaz Qadri, l’uomo che nel 2011 aveva ucciso il governatore del Punjab, Salman Taseer, che stava portando avanti una legge di riforma sulla blasfemia. Qadri è stato salutato come un eroe da parte di alcuni gruppi islamici che sono scesi in strada a Islamabad in segno di protesta per la sua esecuzione. L’uomo è stato impiccato alle 4:30 ora locale, nel carcere di Adiala, a Rawalpindi, nei pressi della capitale pakistana Islamabad. 

Oscar: Nella notte fra il 28 e il 29 febbraio, il Dolby Theater di Los Angeles ha ospitato l’88esima edizione degli Academy Awards, meglio noti come Oscar. Hanno trionfato Leonardo DiCaprio come miglior attore protagonista e i film The Revenant e il caso Spotlight premiati nella categoria miglior film. Anche l’Italia ha vissuto il suo momento di gloria con la vittoria del maestro Ennio Morricone, premiato per la colonna sonora di The Eightful Eight di Quentin Tarantino. Qui tutti i vincitori