Me

Cosa succede oggi nel mondo

I fatti da sapere per il 29 febbraio 2016

Immagine di copertina

Cinema: al Dolby Theater di Los Angeles si è tenuta l’88esima edizione della notte degli Academy Awards. Leonardo Di Caprio si è aggiudicato l’oscar come migliore attore protagonista per Revenant. La statuetta di miglior film è andata invece a Il caso Spotlight. Brie Larson si è affermata come miglior attrice protagonista per Room. 

– Italia: il compositore italiano Ennio Morricone si è aggiudicato la statuetta come miglior colonna sonora per il film di Quentin Tarantino, The hateful eight.

– Siria: la tregua concordata da Russia e Stati Uniti regge. Staffan de Mistura, l’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, spera che la calma possa dare abbastanza fiducia per riprendere i colloqui di pace previsti per il 7 marzo.

– Stati Uniti: Hillary Clinton, forte dei risultati ottenuti alle primarie in South Carolina dove ha vinto su Sanders con il 73,5 per cento dei voti, si prepara ad affrontare il super tuesday di domani, quando si voterà in 12 stati per i democratici e in 13 per i repubblicani. 

– Iran: i riformisti si sono affermati alle elezioni parlamentari in Iran. Hanno conquistato tutti e 30 i seggi della capitale Teheran, e raggiunto risultati positivi in tutto il paese. 

– Irlanda: la coalizione di governo irlandese ha perso le elezioni parlamentari. Fine Gael, il partito del primo ministro, Enda Kenny, ha ancora la maggioranza dei seggi, ma il suo rivale Fianna Fail è ora l’unico partner di coalizione, a seguito di un crollo nel sostegno per il partito laburista. I nazionalisti di sinistra del Sinn Fein, altri partiti anti-austerità e indipendenti hanno avuto buone performance.

– Svizzera: Un referendum in Svizzera ha respinto una proposta per rendere obbligatoria l’espulsione per gli stranieri che erano stati condannati per reati minori. Il provvedimento, proposto dal partito populista svizzero, era stato pesantemente criticato. 

– Iraq: miliziani del sedicente Stato islamico hanno attaccato le forze di sicurezza irachene nella periferia occidentale di Baghdad, uccidendo almeno 12 persone. Il gruppo ha anche rivendicato due attacchi suicida in un mercato di telefonia mobile nella parte orientale sciita della capitale irachena, Sadr City. Sono almeno 70 le vittime e 100 i feriti. 

– Cina: i ministri delle finanze del G20 e i governatori delle banche centrali nazionali riuniti a Shanghai, non sono riusciti ad accordarsi su nuove misure che diano ulteriore stimolo all’economia mondiale. Hanno messo in guardia il governo britannico, sottolineando che un possibile Brexit rappresenta una minaccia alla crescita globale.

– Nigeria: Il governo nigeriano ha rimosso quasi 24mila lavoratori dal suo libro paga dopo una verifica che ha rivelato che non esistevano. La mossa, che porterà ad un risparmio di 11 milioni di dollari al mese, fa parte di un’operazione più ampia di anti-corruzione. 

– Iran: il presidente sudafricano, Jacob Zuma, si recherà in visita a Teheran. 

– Giappone: il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi visiterà Tokio. 

– Svizzera: a Ginevra inizia una sessione di tre giorni del Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani.