Me
Grand Refugee Hotel vince il premio Giornalista di Puglia – Michele Campione 2016
Condividi su:

Grand Refugee Hotel vince il premio Giornalista di Puglia – Michele Campione 2016

Il reportage di Savino Carbone e Lisa Fioriello dentro il C.A.R.A. di Bari-Palese, pubblicato su TPI, ha vinto l'edizione 2016 Giornalista di Puglia - Michele Campione

29 Feb. 2016

È andato a Savino Carbone il premio “Giornalista di Puglia – Michele Campione” 2016. Il riconoscimento è stato consegnato nella giornata di ieri durante una cerimonia pubblica organizzata dall’Ordine dei Giornalisti di Puglia, tra i promotori del concorso.

Carbone, classe 1991, è stato premiato per Grand Refugee Hotel, un reportage dal C.A.R.A. di Bari-Palese apparso lo scorso dicembre sul TPI. Per i giudici si è trattata di “un’inchiesta giornalistica vecchio stile che racconta con sobrietà ed efficacia le storie invisibili degli ospiti del centro di accoglienza”. “Una delle tante periferie della cronaca che aspettano di essere illuminate”, raccontate anche attraverso il report fotografico di Anna Lisa Fioriello.

Il giornalista, tra i più giovani vincitori di sempre della rassegna, è stato premiato nel settore Cronaca dedicato alla carta stampata e il web, contendendosi il primo posto con i colleghi della Gazzetta del Mezzogiorno, di RepubblicaTV, SkyTG24, Rete 4, Corriere del Mezzogiorno e Corriere dello Sport. Durante l’evento, celebratosi all’ex Palazzo della Provincia di Bari, Annalisa Monfrfda, direttrice di Donna Moderna, ha ricevuto il premio Campione alla carriera.

Il lavoro di Carbone entra nell’albo del premio, arrivato ormai alla tredicesima edizione, che commemora uno dei più importanti giornalisti pugliesi, scomparso qualche anno fa. Tra i vincitori illustri delle passate edizioni anche Lino Patruno, Giovanni Valentini e Diulio Gianmaria.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus